Basket 3x3, le Olimpiadi di Tokyo e un'evoluzione continua

Un giorno importante per il basket 3x3, con un occhio verso le Olimpiadi 2020 che si disputeranno in Giappone, in quel di Tokyo.
16.11.2019 15:00 di Alessandro Nobile   Vedi letture
Basket 3x3, le Olimpiadi di Tokyo e un'evoluzione continua

Il basket 3x3 è uno di quegli sport che sta uscendo, negli ultimi tempi, riuscendo a trovare maggior spazio e visibilità, per portare a una crescita totale del movimento. La FIBA ha annunciato le prime 8 squadre qualificate direttamente per le Olimpiadi 2020 che si svolgeranno a Tokyo nella prossima estate, un annuncio storico per l'intero mondo del basket e, in particolare, per il 3x3. Le squadre che troveremo nella rassegna a cinque cerchi sono Serbia, Russia, CinaGiappone al maschile e Russia, Cina, Mongolia e Romania al femminile. Ora ci saranno, invece, le qualificazioni che porteranno altre nazioni alla rassegna del prossimo anno. L'Italia sarà presente, solo, nel settore femminile alle pre-qualificazioni che si svolgeranno a marzo 2020 in India, con le azzurre che sono state inserite nel gruppo D insieme a: Taipei, Repubblica Ceca, Svizzera e India. Se le azzurre non dovessero trovare, lì, la qualificazione ci sarà una seconda possibilità ad aprile 2020 a Budapest, in Ungheria.

Il presidente della FIP, Giovanni Petrucci, ha commentato questa situazione con grande gioia: "Essere ammessi nel Girone di Qualificazione Preolimpico come testa di serie è una grande soddisfazione per le nostre Azzurre e per la Federazione e premia il lavoro fatto da tutti. Siamo molto contenti perché con l'ingresso di diritto anche nel secondo torneo di Qualificazione di aprile, abbiamo due chance per andare ai Giochi Olimpici. Continueremo a lavorare in tal senso con umiltà, determinazione ed entusiasmo", questa situazione non può he portare un ulteriore salto di qualità al basket 3x3 nostrano, motivazioni e voglia di crescere.