Tra FIBA e ECA: i cambiamenti di scelte nelle coppe europee

Quanti cambi ci sono stati da una competizione FIBA a una ECA per le iscrizioni alle coppe europee della prossima stagione?
07.07.2019 16:17 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Tra FIBA e ECA: i cambiamenti di scelte nelle coppe europee

Il 2019-20 segnerà anche la quarta stagione del dualismo FIBA-ECA nelle coppe europee, con la nascita della Basketball Champions League e i contrasti tra i due organismi, con la presa di posizione di alcune leghe europee e delle federazioni nazionali. Con l’organico della FIBA Europe Cup ancora non reso noto, si possono comunque fare delle prime osservazioni relative alle novità nelle coppe europee.

Come lo scorso anno, sono due le squadre che hanno optato per passare dall’Eurocup alla Basketball Champions League: se nel 2018-19 è stato il turno dei lituani del Lietkabelis e degli israeliani dell’Hapoel Gerusalemme, da settembre sarà il caso dei turchi del Turk Telekom Ankara e dei montenegrini del Mornar Bar, che però dovranno partire dal preliminare; a sparigliare le carte, un anno fa, vi fu anche il passaggio del Bamberg dall'Eurolega alla Champions League (non esisterà un caso simile nel 2019-20). È invece raddoppiato il gruppo a fare il passaggio inverso, dalla Champions all’Eurocup: dal Mornar e Monaco lo scorso anno (con la squadra del principato dentro per una wildcard riservata alle finaliste della competizione FIBA), il prossimo anno nella seconda coppa ECA ci saranno quattro squadre ad aver disputato nell’ultima stagione la Champions. Venezia, Promitheas e Nanterre sono entrate in base ai piazzamenti nei rispettivi campionati, mentre la Virtus Bologna usufruirà di una wildcard, che ha creato grandi frizioni tra il club e la FIP.

La Champions, invece, mantiene il “primato” di competizione più inclusiva, aprendosi a un largo numero di club che nell’ultima stagione non hanno disputato coppe europee: delle 24 direttamente ammesse direttamente alla fase a gironi, ben otto nel 2018-19 non hanno disputato coppe Europee. Brindisi, Riga, Rasta Vechta, Pau Orthez, Gaziantep, Saragozza, Manresa e Peristeri superano le tre (Promitheas, Virtus e Fuenlabrada) “novità” dello scorso anno. Tre, come le squadre della nuova Eurocup a non essere scese in campo per coppe europee nel 2018/19: Maccabi Rishon LeZion, Oldenburg e Badalona.