#10YearsChallenge: in Champions la Virtus ritrova il feeling europeo

Dopo l’Eurochallenge nel 2009 Bologna corona alla grande il ritorno in Europa con le Final Four di Champions League.
04.04.2019 13:46 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
#10YearsChallenge: in Champions la Virtus ritrova il feeling europeo

L’ultimo ricordo europeo era il 2009: la breakout season di Keith Langford che trascinò, insieme a Earl Boykins e all’idolo del derby Dusan Vukcevic, la Virtus Bologna alla vittoria dell’Eurochallenge, il primo trionfo europeo dopo lo storico triplete del 2001 nel segno di Manu Ginobili.

In pochi potevano immaginare, però, che dopo quella sera dell’aprile 2009 si sarebbero dovuti attendere 10 anni per rivedere le Vu Nere alle fasi finali di una competizione europea. Nell’annata del ritorno in Europa da quella Eurochallenge vinta, la Virtus Bologna conquista le Final Four di Champions League, eguagliando il risultato raggiunto da Venezia nella prima edizione della manifestazione, e raggiungendo questo traguardo dopo un bel girone eliminatorio (domando avversarie abituate all'Europa negli ultimi anni come Besiktas, Strasburgo e Neptunas) e due turni a eliminazione diretta contro tenaci avversarie francesi, facendo valere in entrambi i casi il calore del Paladozza, decisivo nel raggiungimento di questo traguardo.

Due anni fa la Reyer si fermò in semifinale contro i padroni di casa del Tenerife, capaci di tornare alle Final Four quest’anno dopo aver eliminato il forte Hapoel Gerusalemme. A completare il lotto delle quattro, le due squadre favorite per ospitare la fase finale della competizione: i tedeschi del Bamberg, allenati dall’italiano Perego, e i sorprendenti belgi di Anversa, che ai preliminari avevano eliminato Cantù.

Proprio nella città belga si giocheranno le finali, mentre la settimana prossima arriveranno abbinamenti per le semifinali in programma il prossimo 3 maggio (a questo punto andrà fissato anche un rinvio per il match di campionato contro Brescia, in programma il weekend delle Final Four), ma intanto si può festeggiare il traguardo raggiungo. Che conferma un grande feeling con l’Europa da parte delle Vu Nere, che hanno raggiunto almeno il 3° posto in 7 delle ultime 10 competizioni europee disputate (tra Eurolega, Saporta, Eurocup e Eurochallenge), e fra un mese avranno la possibilità di conquistare il quarto titolo europeo differente della loro storia, cementificando sempre di più il posto della Virtus nella storia del basket europeo.