Al giro di boa, come stanno le squadre italiane di Champions?

La situazione delle nostre squadre alla fine del girone d’andata
 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 144 volte
Al giro di boa, come stanno le squadre italiane di Champions?

Chiusosi il girone d’andata della prima fase a gironi della Basketball Champions League, è tempo di dare un’occhiata alla situazione delle nostre quattro rappresentanti.

Nonostante la beffarda sconfitta di Madrid contro l’Estudiantes, quella nella migliore posizione è indubbiamente l’Umana Reyer Venezia, attualmente in testa al suo girone insieme ai francesi dello Strasburgo. Le vittorie di Estudiantes e Bayreuth nell’ultimo turno hanno rimescolato le carte del girone, riavvicinando spagnoli e tedeschi alla vetta, pertanto per Venezia sarà fondamentale provare a ricavare il massimo nelle ultime due sfide del 2017, le trasferte con Banvit e Aris Salonicco, per evitare di correre rischi nelle ultime cinque giornate della prima fase, che si disputeranno tra gennaio e febbraio.

Sassari e Avellino hanno entrambe un record di 3-4 e attualmente si trovano, tutte e due, al quarto posto dei rispettivi gironi, l’ultimo che garantisce l’accesso alla fase successiva (quinta e sesta di ogni girone invece ‘retrocedono’ in FIBA Europe Cup). Entrambe però escono da questa settimana di ritorno delle coppe con animi diversi: la vittoria dei sardi in Siberia contro il Krasnoyarsk potrebbe valere ben più dei due punti in classifica, visto che la Dinamo adesso ha vinto con tre delle quattro squadre che la seguono in classifica e la consapevolezza di partire in vantaggio nei confronti diretti potrebbe giocare un ruolo decisivo nella corsa alla seconda fase; Avellino, invece, dovrà ricavare il massimo dalle difficili sfide casalinghe con Besiktas e Nanterre, che guidano il gruppo D, viste le ultime due sconfitte consecutive con due delle immediate inseguitrici, Aris Salonicco e Bonn.

È complicata, ma non irrimediabile, la situazione della SikeliArchivi Capo d’Orlando, attualmente fanalino di coda del suo girone (dove Tenerife, Ludwigsburg e Neptunas appaiono avere più di una marcia in più sulle altre squadre del gruppo B). L’unica vittoria dei siciliani, contro i lettoni del Ventspils (attualmente 4° insieme a Chalon, ospite dell’Orlandina fra due settimane) tiene in corsa i ragazzi di Di Carlo, che però dovranno assolutamente sfruttare al massimo i due impegni casalinghi con Gaziantep e appunto i francesi per rilanciarsi in classifica e sperare di agganciare quantomeno uno dei due posti che portano in Europe Cup.