Champions: volano Venezia e Avellino; ko Trento in Eurocup

Le partite delle squadre italiane impegnate in Europa nella giornata di oggi.
23.10.2018 22:46 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 296 volte
Stefano Tonut (Venezia)
Stefano Tonut (Venezia)

EUROCUP

Dolomiti Energia Trento - Turk Telekom Ankara 77-81
Sono sei le sconfitte consecutive per Trento, tra Eurocup e Serie A: è Ankara a sbancare il parquet trentino cogliendo la prima vittoria della sua stagione europea, alla Dolomiti Energia non basta una bella rimonta da -16 (arrivando anche a +7 a 13’ dalla fine). L’inizio al PalaTrento è decisamente in salita per i padroni di casa, sotto anche 14-0 al 4’ e di 16 punti al 8’, ma tra i due quarti Trento piazza un parziale di 14-0 che riapre il match, tanto che all’intervallo il vantaggio turco è di solo un punto. Hogue e Pascolo regalano il primo vantaggio trentino a metà terzo quarto, con la Dolomiti Energia che tocca anche il +7 prima di chiudere a +1 al 30’. Ankara parte forte nel quarto periodo con due triple di Campbell, ed è la fuga decisiva, con Trento che non riesce a ricucire sotto i due possessi di distanza, in un quarto segnato anche da un po’ di confusione con i cronometri, che hanno generato l’espulsione per proteste di Buscaglia. Per Trento i migliori sono Flaccadori (17) e Hogue (14), in doppia cifra anche Pascolo e Forray con 10 punti a testa; per i turchi bene Campbell (23 con 7/12 da 3), Landesberg (16) e Stimac (13+11).

BASKETBALL CHAMPIONS LEAGUE

Opava - Umana Reyer Venezia 72-90
Terzo successo in tre gare per la Reyer Venezia, che in Repubblica Ceca controlla il match con l’Opava sin dal primo quarto: la partita viaggia sui binari dell’equilibrio soltanto nei primi 5’, dopo di ché la squadra di De Raffaele piazza un parziale di 14-4 che vale il +13 sul canestro di Mazzola. Nel secondo quarto il vantaggio si dilata fino anche al +20, nonostante Venezia commetta qualche palla persa di troppo (12, che valgono per 16 punti dei cechi): poco male, visto che a compensare ci pensa l’ottimo apporto della second unit. Quattro in doppia cifra per i lagunari: Haynes (20 con 5/10 da 3), Daye (16 e 7 rimbalzi), Tonut (15 e 8 rimbalzi) e Watt (14), ai cechi non bastano i 17 di Gniadek.

Sidigas Avellino - Anwil Wloclawek 105-102 (OT)
Terza vittoria in Champions League anche per la Sidigas Avellino, che però ha bisogno di un supplementare per piegare la resistenza dell’Anwil Wloclawek. Al Paladelmauro è un primo tempo pirotecnico: dopo 20’ è 51-49, con Avellino che ha già un 7/11 da tre del duo formato da Green (3/6) e Cole (4/5). Questo perché ad eccezione del +9 maturato attorno alla metà del primo quarto la partita ha sempre viaggiato sui binari dell’equilibrio. La Sidigas ritrova tre possessi di vantaggio al 27’, ma i polacchi non mollano e restano in partita, tanto che al 30’ è ancora +2 per gli irpini. L’equilibrio dura anche per tutto l’ultimo quarto: è Laczynski a dare una spallata determinante con la tripla del +1 a 41” dalla fine. D’Ercole sbaglia il tiro del controsorpasso, ma lo stesso Laczynski regala un’altra opportunità ad Avellino commettendo infrazione di 5 secondi sulla rimessa a 15” dalla fine. Cole sbaglia il tiro del sorpasso ma a rimbalzo è Nichols a essere più lesto di tutti con un gioco da 3 punti grazie al fallo di Sobin. Likhodey però gela il Paladelmauro mandando la partita al supplementare, che però è di marca irpina: Nichols e Costello ispirano, la chiude Cole dalla lunetta, è tris europeo per Avellino. L’ex Heat è il migliore con 33 punti (7/13 da 3), 8 rimbalzi e 9 assist, bene anche Costello (18+11), Green (18) e D’Ercole con 14 punti dalla panchina. 23 per Simon e 18 per Michalak nell’Anwil.