Il ‘ciclone’ Cole su Serie A e Champions: Avellino vuole sognare

Il due volte campione NBA ha aperto la stagione con due prove d'autore
10.10.2018 15:52 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 316 volte
Norris Cole
Norris Cole

Se il buongiorno si vede dal mattino, il campionato italiano (e soprattutto la Sidigas Avellino) ha acquistato davvero una nuova stella: Norris Cole. Era uno degli uomini più attesi di questa stagione, dall’alto dei suoi due titoli NBA conquistati con i Miami Heat, e l’avvio è stato probabilmente ancora più positivo del previsto: 21 punti e 13 assist nell’esordio in campionato contro la Red October Cantù; 34 punti, 7 assist e 5 rimbalzi nella prima europea sul campo del Nizhny Novgorod, cioè una delle rivali più accreditate all’interno della Champions League.

Oltre alle cifre di altissimo livello, ovviamente decisive per i due successi della formazione irpina, l’americano ha impressionato per il suo ruolo di leader all’interno del gruppo di Vucinic, come se fosse ad Avellino da tempo e non solamente da pochissime settimane. “Voglio aiutare la Sidigas a lottare per il titolo, portando la mia esperienza e la mentalità vincente”, aveva detto ai nostri microfoni Cole alla vigilia dell’inizio della stagione: sta proprio portando queste due caratteristiche ai biancoverdi, assieme a Caleb Green, altro ‘vincente’ nel roster irpino.

Fare un bilancio dopo appena due partite non è possibile e nemmeno corretto, visto che i banchi di prova per Cole e Avellino saranno numerosi nel corso della stagione, ma certamente le prime impressioni sono particolarmente positive e stanno facendo sognare tutto l’ambiente irpino. Dopo un’annata inferiore alle aspettative, con l’eliminazione in Champions al primo turno, la sconfitta in finale della Fiba Cup e l’uscita ai quarti sia in Coppa Italia che nei playoff, era proprio la ventata di entusiasmo che serviva per dare nuovo vigore ad una delle attese protagoniste della Serie A.