Zandalasini: “Una partita speciale, siamo un gruppo fantastico”

La stella della Nazionale ai microfoni di Basketissimo: “Prima di volare in America voglio scudetto e Coppa Italia con Schio”.
15.02.2018 13:02 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Cecilia Zandalasini
Cecilia Zandalasini

PalaRavizza di Pavia. L’Italbasket femminile ha appena battuto la Macedonia, conquistando la terza vittoria in quattro giornate nel girone che porta all’Europeo 2019. Il calorosissimo pubblico pavese, che ha riempito in ogni ordine di posto il Palazzetto, si riversa in campo a caccia di autografi e selfie con le azzurre, travolgendole di affetto.

Prevedibilmente, la più richiesta è Cecilia Zandalasini, volto del movimento cestistico italiano -non solo femminile- e la più amata dal pubblico: ogni volta che la ‘Zanda’ si muove, quasi trascina con sé una moltitudine di fan (tanti bambini) a caccia di un ricordo: “Per prima cosa mi dispiace non avere fatto tutte le foto e gli autografi, ma sta diventando un numero insostenibile” - dice lei - “Anche se mi rendo conto che facendone uno devo poi farli tutti, è una bella cosa”.

La partita contro la Macedonia non è stata come tutte le altre per la giocatrice nativa del pavese: “Essendo di Broni oggi (ieri per chi legge, ndr) è stata una partita particolare: in questo posto ci ho giocato un sacco di volte quando ero piccola” - continua la Zandalasini - “Per me è stato speciale, di più che in altre palestre: è stato bellissimo giocare davanti alla mia famiglia, ai miei nonni e alle mie amiche”.

Il numero 9 azzurro è ottimista nell’analizzare il trionfale doppio impegno contro Svezia e Macedonia, che avvicina l’Italia all’Europeo 2019 (la qualificazione potrebbe già arrivare in caso di vittoria a novembre in Croazia): “Siamo un gruppo speciale, penso che dopo la piccola caduta contro la Croazia fosse nella testa di tutti l’idea di volere fare bene” - dice la Zandalasini - “La partita in Svezia era fondamentale, la volevamo portare a casa ed è stato il risultato di una settimana di allenamenti ottimi oltre che della voglia di un gruppo fantastico. Mi dispiace molto che la maglia azzurra adesso la si indossi a novembre, ma a novembre ci rivedremo”.

Da qui all’autunno saranno mesi importantissimi per la giovane azzurra: prima la fine della stagione italiana con Schio, poi la nuova esperienza in WNBA con le Minnesota Lynx campioni in carica: “Amo la pallacanestro, ed entro sempre in campo con tanta voglia di fare” - dice - “adesso abbiamo degli obiettivi chiarissimi con Schio: vogliamo vincere Coppa Italia e Scudetto. Dopo di ché, avrò quest’altra esperienza in America: vedremo come andrà!