Bayern e Reggio, 40 minuti per continuare a sognare la finale

Le due squadre casalinghe provano ad allungare la serie in Gara 2, Darussafaka e Lokomotiv per chiudere i conti.
23.03.2018 11:28 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 167 volte
Stanton Kidd (Darussafaka)
Stanton Kidd (Darussafaka)

Un venerdì di passione per Bayern Monaco e Grissin Bon Reggio Emilia, chiamate a vincere le rispettive Gare 2 di semifinale Eurocup contro Darussafaka e Lokomotiv Kuban per continuare a sperare nel sogno finale e anche in quello chiamato Eurolega.

Bavaresi ed emiliani avranno dalla loro il fattore campo, che ha inciso in maniera rilevante nelle loro fortune europee: la squadra tedesca non ha mai perso tra le mura amiche dell’Audi Dome in questa edizione di Eurocup, i ragazzi di coach Menetti invece tra le mura amiche non perdono dal match di Regular Season contro i lituani del Lietkabelis, e complessivamente cavalcano una striscia di sette vittorie consecutive in Europa al PalaBigi.

Entrambe, per allungare le serie, dovranno fare ricorso a un’elevata forza mentale: la beffa di Istanbul per la squadra di Djordjevic è stata atroce, con il Bayern avanti anche di 23 punti nel primo tempo prima di subire la rimonta clamorosa dei turchi allenati da Blatt, capaci di portare a casa il primo episodio della serie con una tripla negli ultimi secondi di Stanton Kidd. I tedeschi affronteranno una squadra in forma anche in trasferta (il Darussafaka ha vinto 5 delle ultime sei trasferte europee) e per guadagnarsi la decisiva Gara 3 (eventualmente in programma mercoledì sera) dovranno ritrovare brillantezza nel tiro dalla lunga distanza: tre delle peggiori quattro prestazioni dall’arco corrispondono infatti a partite giocate in questi playoff di Eurocup.

Se il Bayern è chiamato a un impegno difficile, a Reggio Emilia ci vorrà un’impresa storica per tornare in Russia per la decisiva Gara 3. Storica perché il Lokomotiv Kuban in Gara 2 ha l’opportunità di eguagliare la striscia di vittorie più lunga della storia dell’Eurocup con un successo in Emilia, essendo ancora imbattuto in questa stagione europea. Reggio dalla sua avrà Amedeo Della Valle, il miglior realizzatore di questa Eurocup: un ritorno fondamentale per provare a migliorare le basse percentuali di Gara 1 e scardinare la migliore difesa della competizione. La Grissin Bon, però, avrà dalla sua la consapevolezza di non avere nulla da perdere, avendo già fermato sul proprio parquet squadre di tutto rispetto come Kazan, Zenit e lo stesso Bayern Monaco.