Tripudio Valencia: travolta l’Alba, gli spagnoli tornano in Eurolega

Gli spagnoli vincono 89-63 la terza e decisiva partita di finale
15.04.2019 22:14 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
Tripudio Valencia: travolta l’Alba, gli spagnoli tornano in Eurolega

Trionfo Valencia. Gli spagnoli dominano gara 3 della finale (89-63), conquistano l’Eurocup per la terza volta negli ultimi nove anni e staccano anche il pass per la prossima Eurolega. Escluso un avvio favorevole all’Alba Berlino, non c’è mai partita a La Fonteta, con i padroni di casa già avanti oltre la doppia cifra nel primo tempo, per poi superare in svariate occasioni i 20 punti di vantaggio nella ripresa, dando il via con larghissimo anticipo alla festa finale. Quindici vittorie di fila tra il 14 novembre ed il 9 aprile, serie interrotta solamente con il ko al supplementare di venerdì scorso. 

Una sconfitta subito riscattata, in questa decisiva e conclusiva gara 3 della stagione di Eurocup. L’Alba ci prova con una partenza lanciata, in cui raggiunge anche un precoce +10 (4-14), ma è solamente un’illusione perché i padroni di casa ritornano in equilibrio già nel finale di primo quarto, prima di dare la prima botta alla partita con il 10-0 di inizio secondo periodo, a cui segue un ulteriore parziale, per raggiungere il +19. La ripresa è una lunga attesa per alzare la coppa, con gli spagnoli a più riprese avanti oltre i 20 punti, con gli 8.000 de La Fonteta (dove il Valencia è rimasto imbattuto in stagione) pronti a fare una grande festa.

Tanti i protagonisti di questa vittoria e di tutta la stagione: da San Emeterio a Dubljevic, per arrivare alla coppia di Thomas (Will e Matt) oppure a Sastre e Doonerkamp. Come dicevamo, questo trionfo permetterà al Valencia di tornare in Eurolega nella prossima stagione, aprendo anche le porte ad una wild card per la massima competizione continentale. E’ quattro, infatti, il numero massimo di squadre di una nazione consentito e, oltre ai vincitori di questa sera, ci sono Real Madrid, Barcellona e Baskonia, tutte con licenza pluriennale. Quindi, dall’ACB non arriverà nessun’altra formazione.