Il Cska fa tris, Panathinaikos facile, si sbloccano Maccabi e Barcellona

Si sono giocate le prime quattro partite della terza giornata di Eurolega
18.10.2018 22:48 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
Il Cska fa tris, Panathinaikos facile, si sbloccano Maccabi e Barcellona

Non si ferma mai l’Eurolega, in questa settimana con il doppio turno: è già tempo della prima parte della terza giornata, che si completerà nella giornata di domani, quando tornerà in campo anche l’Olimpia Milano, impegnata nella durissima trasferta sul campo dell’Olympiacos Pireo. Ma vediamo come sono andate le partite di questa serata.

Cska Mosca-Darussafaka Istanbul 79-75
Soffre più del previsto il Cska per mantenere la propria imbattibilità in Eurolega e superare un orgoglioso Darussafaka, avanti nel corso del primo tempo ed in partita fino alla sirena finale, con l’occasione del tiro del pareggio a -20”, sprecato da un fallo in attacco di McCallum. I russi avevano ribaltato la gara nel terzo quarto, con un parziale di 26-10, senza tuttavia però riuscire a chiuderla definitivamente, anche a causa di un pessimo 5/26 da 3 punti. Higgins (14 punti) ha guidato i padroni di casa, con 4 punti e 2 rimbalzi di Hackett in 8 minuti, dall’altra parte 15 e 11 rimbalzi di Eric. Aspettando le gare di domani, i russi sono soli in vetta.

Buducnost Podgorica-Maccabi Tel Aviv 68-78
La formazione montenegrina sogna di sbloccarsi e di conquistare il primo successo europea in 15 anni per oltre tre quarti, poi l’esperienza ed il talento degli israeliani ha la meglio ed il Maccabi toglie lo zero dalla classifica di questa stagione. Un parziale di 12-0 per aprire il quarto periodo ribalta la partita e consente aggancio ed allungo agli uomini di Spahija, guidati da uno splendido Wilbekin da 28 punti e 5 assist, con canestri importanti anche da Roll. Ai padroni di casa non bastano i 13 di Jackson ed i 12 di Gordic e Omic.

Panathinaikos Atene-Herbalife Gran Canaria 102-87
Non c’è partita ad Oaka, con i greci dominanti sin dalle prime battute e gli spagnoli mai in grado di impensierire i più quotati avversari. Il primo periodo vede già i verdi prendere il comando della partita, per poi aumentare costantemente il vantaggio e salire oltre il +20 per dare anche modo a Pascual di far riposare molti big per un po’ di minuti. Il Pana manda cinque uomini in doppia cifra (Langford e Lekavicius 16), mentre gli ospiti perdono 15 palloni e tirano male da tre punti.

Barcellona-Bayern Monaco 83-73
La squadra di Pesic rompe l’incantesimo e lascia quota zero in classifica, superando con discreta autorità un Bayern reduce dall’impresa con il Panathinaikos. Il Barcellona apre la partita con un parziale di 24-8 ed indirizza immediatamente il match, per un parziale mai recuperato completamente dai tedeschi nonostante una rimonta per arrivare anche a -4. Tuttavia, i catalani hanno sempre la risposta giusta per rispondere ai tentativi ospiti e poi controllano agevolmente nel quarto periodo. Il dominio a rimbalzo ed un super Tomic (18 punti, 5 rimbalzi e 5 assist) guidano il Barça, mentre il Bayern spegne le ultime speranze di rimonta con lo 0/2 ai liberi di Booker a 2'40" dalla fine, seguito dalla tripla di Kuric.