Il Panathinaikos c'è, l'Efes vede il quarto posto, lo Zalgiris non molla

L'aggiornamento nella lotta ai Playoff di Eurolega.
16.03.2019 17:27 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 521 volte
Il Panathinaikos c'è, l'Efes vede il quarto posto, lo Zalgiris non molla

Fenerbahce, CSKA e Real Madrid sono già certe del vantaggio del fattore campo nei playoff di Eurolega, ma questi non sono gli unici verdetti della 25esima giornata. Un turno che ha regalato qualche sorpresa e tanti risultati importanti, in grado di delineare tendenze e gerarchie più chiare in una lotta appassionante che a 160 minuti dal termine della stagione regolare coinvolge ancora nove squadre in corsa per un obiettivo ben definito. Le tre battistrada si giocheranno il 1° posto, che garantisce la possibilità di non incontrare le altre due rivali fino ad una eventuale finale, e il Fener sembra ben indirizzato verso questo obiettivo: la sicurezza potrebbe già arrivare la prossima settimana, durante il doppio turno. Ma come stanno le altre?

L’Efes vede sempre più vicino il 4° posto (e il fattore campo nei playoff): la certezza potrebbe già arrivare la prossima settimana, in caso di doppio successo contro CSKA (in casa) e Buducnost (a Podgorica). In quel caso le ultime due giornate, per la squadra di Ataman, sarebbero senza un obiettivo in palio: un’ottima notizia per Baskonia e Milano.

Il Barcellona di Pesic, dal canto suo, ha il 5° posto in ghiaccio: 3 partite in casa (contro squadre già fuori da qualsiasi lotta) e 2-0 nello scontro diretto sia contro Baskonia che contro Milano. Il calendario sembra agevole, ma a questo punto nemmeno un filotto potrebbe bastare avendo perso lo scontro diretto contro i turchi.

Uno stoico Baskonia entra ora nella fase più dura del suo calendario: per i baschi, privi anche di Janning, imperativo vincere almeno una delle due sfide del doppio turno di settimana prossima (Panathinaikos in trasferta e Real Madrid in casa). E tenere il vantaggio (+9 all’andata) contro i greci, anche in chiave di classifica avulsa con una terza squadra, potrebbe essere fondamentale.

È stata una settimana positiva per Milano, con i ko di Maccabi e Bayern e la vittoria contro l'Olympiacos, che garantisce all'Olimpia anche il vantaggio in una eventuale (ma improbabile) classifica avulsa con le due greche, nonostante l'inattesa vittoria del Pana. E il Fenerbahce potrebbe arrivare al Forum il prossimo 28 marzo già certo del 1° posto (oltre all’Efes sicuro del 4° all’ultima giornata).

1-6 nelle ultime 7, l’Olympiacos oltre al caos in campionato adesso subisce l'aggancio del caldissimo Panathinaikos all'8°. Il calendario è dalla parte di Blatt, ma le partite vanno vinte: nulla è scontato. Il prezioso +1 contro i greens (e il 2-0 su Baskonia) può essere fondamentale.

Il Panathinaikos di Pitino lo conferma col blitz di Mosca: è la squadra più calda del momento con 4 vittorie consecutive, e alla porta c'è una settimana di passione con due scontri diretti consecutivi (Baskonia in casa e Milano in trasferta), prima di una chiusura in casa alla portata, con un Real che potrebbe non aver nulla da chiedere e il Buducnost. Le quotazioni di Calathes e compagni salgono, di molto: un 2-0 settimana prossima varrebbe, virtualmente, il biglietto playoff.

Il ko casalingo contro l'Efes è un duro colpo, ma il Maccabi è ancora vivo. Il 2-0 (alla portata) settimana prossima è però imperativo per la squadra di Sfairopoulos, e un orecchio sarà inevitabilmente rivolto anche agli altri campi (soprattutto quelli di Baskonia e Milano).

La sensazione è che il Bayern Monaco sia in forte calo, forse irreversibile (1-4 nelle ultime cinque). Ma il finale è agevole: con una settimana da dio contro Olympiacos (in trasferta) e Barcellona (in casa) i bavaresi potrebbero sparigliare completamente le carte, anche se la situazione scontri diretti non è rosea, visto che solo il 2-0 con Milano fa sorridere.

Lo Zalgiris di Jasikevicius non vuole mollare, anche se l'eliminazione dalla corsa potrebbe già arrivare settimana prossima. Con i match contro Maccabi e Olympiacos, però, i lituani potrebbero essere anche "arbitri" della lotta playoff, regalando sorprese.