Il Real schianta il Fener! Ok l'Oly ed il CSKA, il Barca sbanca l'OAKA

Recap delle altre partite del 25esimo round di Eurolega: I blancos sbancano Istanbul, Barca corsaro ad Atene, ok Kaunas, Cska, Efes, Oly, Maccabi ed Alba
21.02.2020 22:43 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Il Real schianta il Fener! Ok l'Oly ed il CSKA, il Barca sbanca l'OAKA

Zenit San Pietroburgo - Alba Berlino 81-83
Non basta allo Zenit il debutto in panchina di Xavi Pascual: l'Alba riesce a rimontare tredici punti di vantaggio nel secondo tempo, vanificando 35 minuti di dominio dei padroni di casa. Hermannsson (che chiude con 24 protagonisti) è stato il protagonista del parziale degli ospiti di 14-32 che ha cambiato la gara e dato la vittoria ai tedeschi nel finale. 

Olympiacos Pireo - ASVEL Villeurbanne 77-68
Successo importante per i biancorossi, che piegando i transalpini rimangono in piena lizza per l'affollata corsa ai playoff. La quarta vittoria consecutiva della squadra del Pireo arriva gestendo l'ASVEL per 30 minuti, con il Villeurbanne che scivola via dalla gara nel secondo quarto senza più riuscire a rientrare. 

Fenerbahce Istanbul - Real Madrid 65-94
Altra brutta caduta del Fener, che viene dominato dai blancos tra le mura amiche. La caduta è stata lenta ma costante, con il Fenerbahce mai in vantaggio dopo i primi 5 minuti e solo nel terzo quarto capace di segnare almeno 20 punti, con il Real mai sotto i 22. Tra le fila giallonere si salvano soltanto De Colo e Vesely con 21 e 16 punti a testa, mentre sono 4 i madridisti in doppia cifra, guidati dai 20 di Jaycee Carroll.

KIROLBET Baskonia - Zalgiris Kaunas 60-74
Quarta vittoria nelle ultime cinque per i Lituani, che ribaltano tutto nella ripresa. 44 a 25 per i ragazzi di coach Jasikevicus è infatti il parziale nei secondi 20 minuti di gara, che consegnano la sconfitta ai padroni di casa. Top Scorer Christon con 17 punti; Sei punti per Achille Polonara

Stella Rossa Belgrado - CSKA Mosca 81-86
Vincono i russi a Belgrado, grazie alla solita coppia James-Hackett: i due ex Olimpia mettono 29 e 19 punti nel successo contro i serbi, ai quali non bastano 5 giocatori in doppia cifra, guidati dai 15 di Billy Baron. 24 dei 29 di James sono arrivati nel secondo tempo, dove i moscoviti si sono imposti contro dei padroni di casa che non hanno mai mollato, rimanendo ad una sola vittoria di distanza dall'ottavo posto. 

Bayern Monaco - Efes Istanbul 63-88
Tutto facile per la capolista all'Audi Dome. L'Efes accellera nel secondo quarto, dove i bavaresi sono tenuti a soli 8 punti; da lì in poi, i finalisti si limitano a gestire, cementando ancora di più il primo posto. Fa le veci di Shane Larkin l'ex Mavis Rodrigue Beaubois, top scorer dei suoi con 16 punti e 4 su 6 da 3 (15/30 di squadra); solo Lucic Lo con 14 punti a testa sforano la doppia cifra tra i padroni di casa, con Flaccadori che trova due punti nei minuti finali. 

Panathinaikos Atene - Barcellona 81-92
Sbanca l'OAKA il Barcellona, guidato, manco a dirlo, dal solito Nikola Mirotic. 20 punti per l'ex Bulls, nove dei quali nel quarto quarto, vera chiave di volta della gara: i padroni di casa, in controllo per trenta minuti, hanno dato avvisaglie di calo sul finire del terzo quarto, ma si sono sciolti negli ultimi 5 minuti, terminati 16-5 per i blaugrana. Per i biancoverdi non basta la doppia doppia di Nick Calathes e quella sfiorata da Papagiannis

Valencia Basket - Maccabi Tel Aviv 82-85
Battaglia fino all'ultimo secondo a Valencia, col Maccabi che tiene il passo del CSKA per la corsa al quarto posto. Decisivi per i gialloblu le performances di Wilbekin e Dorsey, che con 20 e 19 punti hanno illuminato il cammino degli istraeliti, con l'ex Atlanta e Memphis col passaporto greco che ha segnato la tripla decisiva per il +4 a 30 secondi dalla fine. Non basta un grande Dubljevic agli Iberici, con il centrone che con 19 punti aveva dato speranza nel finale ai padroni di casa, trovando anche il -1 prima della sopracitata tripla di Dorsey.