Impresa ASVEL, CSKA ko! Ok Fener, Panathinaikos e Barcellona

E' terminata anche la settima giornata di Eurolega, con le gare della seconda parte giocate il venerdì sera. Vittorie per Fener e Barcellona.
08.11.2019 22:54 di Alessandro Nobile   Vedi letture
Impresa ASVEL, CSKA ko! Ok Fener, Panathinaikos e Barcellona

Fenerbahce-Bayern Monaco 90-82. Torna alla vittoria il Fener di Obradovic, dopo qualche passaggio a vuoto, e lo fa battendo in casa il Bayern Monaco con il punteggio di 90-82. I turchi hanno legittimato la vittoria grazie ai parziali, favorevoli, nel primo e nel quarto periodo, portando a casa due punti importanti per la classifica che non era positiva. Nei due quarti centrali, invece, c'era stata un minimo di reazione da parte dei tedeschi che hanno cercato di incanalare la sfida sui loro binari, il parziale di 29-20 negli ultimi 10' è stato però mortifero, portando alla gioia i padroni di casa. Per il Fener buona gara di Williams con 19, nel Bayern buona gara di Monroe, anche lui, con 19 punti a referto.
Fenerbahce: Williams 19, Mahmutoglu 14, Sloukas 13, De Colo 12, Datome 5.
Bayern Monaco: Monroe 19, Lucic 14, Lo e Koponen 11, Flaccadori 5.

Zalgiris Kaunas-Barcellona 86-93. Il Barcellona riaggancia l'Olimpia Milano in testa alla classifica, vincendo in trasferta contro lo Zalgiris Kaunas con il punteggio di 86-93. La squadra spagnola ha preso in mano la partita dal primo istante, cercando di metterla in discesa e utilizzare meno energie possibili. Il primo quarto, terminato 23-20, aveva messo la squadra di Pesic con un +3. Nel secondo quarto, poi, i catalani hanno cercato di legittimare la vittoria, e con un parziale di 24-20 hanno portato il loro vantaggio a metà gara sul +7. Nel terzo quarto i lituani hanno accorciato, portandosi sul -5, provando poi a sferrare il colpo nell'ultimo quarto ma gli spagnoli hanno tenuto botta, portando a casa una vittoria importante. Per lo Zalgiris 16 punti di LeDay, nel Barcellona il migliore è stato Higgins con 27 punti a referto.
Zalgiris Kaunas: LeDay 16, Walkup e Grigonis 14, Milaknis 11.
Barcellona: Higgins 27, Mirotic 24, Hanga e Oriola 9, Tomic 8.

Panathinaikos-Valencia 91-80. Vittoria casalinga per il Panathinaikos che, a Oaka, ha la meglio sul Valencia con il punteggio di. I greci hanno comandato tutta la gara, sin dalla palla a due, con un piccolo passaggio a vuoto nel terzo parziale che ha riaperto leggermente la sfida, dando qualche speranza agli spagnoli. A metà partita il punteggio recitava 45-35, con il Pana che aveva in mano la situazione e il pallino del gioco; nel terzo quarto, un parziale di 29-23, da parte degli spagnoli li ha riportati a -4 quando mancava soltanto 10' al termine del match di Oaka. Nell'ultimo periodo, però, i greci non hanno lasciato particolare spazio alle rimonte e con un parziale di 23-16 hanno tenuto il risultato, portando a casa una buona vittoria. Nel Panathinaikos il migliore è stato Thomas con 19 punti, per gli ospiti Loyd ne ha messi 27.
Panathinaikos: Thomas 19, Rice 14, Calathes 13, Fredette 12.
Valencia: Loyd 27, Dubljevic 11, Colom 10, Labeyrie 8.

ASVEL Lyon Villeurbanne-Cska Mosca 67-66. Vittoria casalinga, e inaspettata, per l'ASVEL Lyon-Villeurbanne che ha la meglio sul CSKA Mosca con il punteggio di 67-66. La vittoria dei francesi è arrivata nel finale, con la tripla di Jordan che ha trasformato un 64-66 in 67-66 a 15" dalla sirena. La partita era iniziata con il pallino in mano al Cska Mosca che al termine del primo quarto era avanti 17-12. Nel secondo quarto, poi, è iniziata la vera  gara dei transalpini che con un parziale di 21-13 si son portati, a metà gara, avanti di 3 punti sul punteggio di 33-30. Nel quarto parziale, poi, il 22-17 a favore dei moscoviti aveva girato, nuovamente l'inerzia del match ma negli ultimi 10' il 17-14 dell'ASVEL ha capovolto, ancora una volta, la partita. Per i padroni di casa il migliore è stato Lomasz, per il Cska il solito James da 14 punti questa sera.
ASVEL Lyon Villeurbanne: Lomasz 15, Jordan 14, Jekiri, Lighty, Jackson e Jean-Charles 8.
Cska Mosca: James 14, Strelnieks 11, Voigtmann e Hines 10, Vorontsevich 6.