L'esperienza dell'Olympiacos o l'entusiasmo dello Zalgiris?

La preview della serie dei playoff di Eurolega, al via mercoledì prossimo.
13.04.2018 21:33 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 157 volte
Vassilis Spanoulis, Olympiacos
Vassilis Spanoulis, Olympiacos

Precedenti

2017-18

Andata (28 dicembre)

74-68 Zalgiris (Pangos 14+7 assist; Papapetrou 13)

Ritorno (5 aprile)

85-86 Zalgiris (Davies 18+6r+7fs; Spanoulis 16)

Assoluti

11-5 Olympiacos. Il 2-0 di quest’anno è il primo en-plein stagionale dei lituani, che avevano già vinto al Pireo soltanto nell’ottobre 2012. È la prima serie tra le due squadre, e a livello di Top 16 i greci conducono per 7-1.

Record casa/trasferta

Olympiacos: 12-3 (3°) casa, 7-8 (6°) fuori
Zalgiris: 11-4 (5°) casa, 7-8 (5°) fuori

Top Scorer

Olympiacos: Vassilis Spanoulis (13.1 ppg, 46.5% 2pt, 31.7% 3pt, 81.9% ft)
Zalgiris: Kevin Pangos (12.4 påg, 47.1% 2pt, 48.5% 3pt, 69.8% ft)

L’ultima serie in ordine cronologico a vedere la palla a due di Gara 1 è anche la serie il cui  precedente diretto è più vicino nel tempo: Olympiacos e Zalgiris Kaunas, infatti, dopo essersi affrontate settimana scorsa nell’ultima giornata di Regular Season si ritroveranno mercoledì sera per la prima partita di una serie playoff che si annuncia ricca di spettacolo e aperta a possibili colpi di scena.

Colpi di scena perché, nelle sfide stagionali tra le due squadre ad aver fatto 2-0 è stato proprio lo Zalgiris di Sarunas Jasikevicius, certo vincitore del premio di allenatore dell’anno. Due successi giunti al termine di partite equilibrate, due successi che dimostrano come -a differenza di un passato in cui i lituani hanno vinto soltanto 5 dei 17 incontri giocati dal 2000 a oggi contro i biancorossi del Pireo, e oltre al successo di giovedì scorso soltanto un’altra vittoria, nel 2012, ad Atene- questa serie possa risultare più aperta di quanto non si pensi.

L’Olympiacos ha un indubbio vantaggio alla voce esperienza, con due giocatori come Spanoulis e Printezis capaci di conquistare due titoli consecutivi non più tardi di 5 e 6 anni fa; lo Zalgiris, però, vive nella consapevolezza dell’entusiasmo di chi non arrivava a questo punto della competizione dal 1999, quando la squadra di Kazlauskas conquistò il titolo nella Final Four di Monaco contro la Virtus Bologna.

Due squadre per certi versi simili: i lituani hanno un attacco migliore, mentre i greci possono vantare la seconda migliore difesa del torneo a fronte dei baltici che hanno la difesa peggiore, per punti subiti, tra le otto qualificate ai playoff.

Una serie che potrebbe produrre tanti protagonisti diversi e -dati anche i due fattori campi ‘caldi’- potrebbe arrivare a Gara 5, dove la maggiore esperienza ellenica potrebbe venire fuori per un 3-2 Olympiacos.