Le coppe che verranno: chi giocherà in Eurolega e Eurocup nel 2020?

Già note 16 squadre su 18 della massima competizione, c’è grande bagarre per la wildcard. Qualche rumor anche per quanto riguarda l’Eurocup.
02.06.2019 19:53 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Le coppe che verranno: chi giocherà in Eurolega e Eurocup nel 2020?

In 16 sono note, rimane ancora spazio per due. Parliamo dell’Eurolega 2019/20, che rivedrà ai nastri di partenza il Khimki Mosca finalista di VTB League. La squadra guidata da Shved ha infatti superato in semifinale di campionato l’Unics Kazan, conquistando la finale contro il CSKA e la licenza annuale di Eurolega. Rimangono due posti per la prossima edizione: uno è destinato alla finalista (o campione) di Germania dietro al Bayern Monaco. In semifinale, oltre ai bavaresi, ci sono anche il Rasta Vechta (proprio contro Williams e compagni), Oldenburg e Alba Berlino. La finalista di Eurocup ha sbancato il campo della seconda in gara 1, e in caso di finale contro il Bayern avrebbe la certezza del 17° posto in Eurolega.

L’ultimo posto sarà per la famosa wildcard, da assegnare vista la vittoria di Valencia in Eurocup. La favorita sembrerebbe essere il Partizan Belgrado (in foto coach Trinchieri), come confermato anche dal presidente Ostoja Mijailovic a Blic: “Abbiamo fatto tutto il necessario” ha detto, aggiungendo che la FIBA, da parte sua, ha invitato il Partizan e partecipare alla prossima Champions League. Non vi è certezza sulle altre squadre in corsa per la licenza annuale: a fare il punto è il giornalista lituano Donatas Urbonas, che sottolinea come in corsa ci sarebbero anche Buducnost, Rytas Vilnius, Unics Kazan, Lokomotiv Kuban, Darussafaka e anche l’Alba Berlino, qualora non si dovesse qualificare tramite il campionato.

Manovre anche per quanto riguarda la prossima edizione dell’Eurocup: i greci del Promitheas, impegnati in semifinale contro il Panathinaikos (avanti 2-0 nella serie al meglio delle 5), hanno confermato la loro disponibilità a partecipare all’Eurocup e a prendere uno dei due posti messi a disposizione delle squadre greche. Interessata a prendere parte alla seconda competizione ECA sarebbe anche Gran Canaria, già finalista nel 2015 e più volte protagonista prima dell’Eurocup disputata in questa stagione: la conferma arriva da coach Pedro Martinez, che ha dichiarato come la società sia al lavoro verso questo obiettivo. Per quanto riguarda l’Italia, invece, i nomi per occupare i due (potenzialmente tre, ottenendo una delle tre wildcard previste) posti potrebbero essere quelli di Brindisi e Trento, tra le prime “in ordine di preferenza” indiziate e interessate, ma va attesa la decisione di Sassari (corteggiata da FIBA dopo la vittoria in Europe Cup) e di Cremona (orientata a non disputare coppe europee). Per quanto riguarda la wildcard, invece, hanno manifestato interesse pubblico Trieste e Brescia.