L’Eurolega pensa all'allargamento e prepara nuove proposte alla Fiba

Importanti novità dal board della massima competizione continentale
 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 330 volte
L’Eurolega pensa all'allargamento e prepara nuove proposte alla Fiba

La stagione di Eurolega è in pieno svolgimento, ma il board dell’ECA pensa al futuro, con la valutazione del piano strategico fino al 2022. Tra gli argomenti discussi c’è l’allargamento della massima competizione continentale: sinora la discussione è stata “preliminare” ed entrerà nel vivo nei prossimi mesi, quando potrebbe venir decisa l’espansione a 18 squadre. Se così fosse, quasi certamente verrà inserita una formazione francese (unico grande paese sinora con zero squadre presenti) tra le partecipanti ed in lizza paiono esserci l’Asvel Villeurbanne e lo Strasburgo.

Un po’ più stringente è l’arcinota battaglia con la Fiba sulle finestre invernali (e non solo). Mentre prossimamente potrebbe arrivare l’attesa pronuncia della Corte Europea sulla questione, a fine novembre sono state disputate le partite delle Nazionali senza giocatori di Eurolega ed NBA, danneggiando così lo spettacolo. L’Eurolega “rimane impegnata a stabilire un dialogo costruttivo con la Federazione internazionale di pallacanestro (FIBA) – si legge nel comunicato - per evitare situazioni come quelle prodotte durante le ultime partite della nazionale a novembre”.

In particolare, nel corso di questa riunione, gli elementi del Board dell’ECA hanno analizzato “tre diverse alternative di calendario”, per provare a correggere questa situazione. Non sono state annunciate nel dettaglio queste proposte, che verranno presumibilmente presentate a Baumann e compagni nelle prossime settimane. Vedremo se sarà l’occasione (finalmente) di sotterrare l’ascia di guerra tra le parti, per trovare un accordo soddisfacente, o almeno un buon compromesso, chiudendo così questa diatriba, che sta facendo solamente male all’intero mondo del basket.