Secondo colpaccio Fener, CSKA in volata su un indomito Baskonia

Anche le gare due regalano tonnellate di emozioni.
 di Simone Mazzola Twitter:   articolo letto 319 volte
Secondo colpaccio Fener, CSKA in volata su un indomito Baskonia

Non c'è tregua in questo momento dell'anno per l'Eurolega e in questa settimana non si rimane mai senza partite, in quanto dopo la fine delle gare 1 con le vittorie di Real Madrid e Olympiacos, è già il momento delle gare due, che regalano tante sorprese.

Il CSKA suda le proverbiali sette camicie per battere il Baskonia, dimostrando ancora una volta che il basket da regular season e i playoffs sono merce completamente diversa.
I moscoviti entrano in campo decisi, difendono come hanno dimostrato di saper fare per tutta la stagione e si mantengono avanti nel punteggio.
Nel terzo quarto sembra tutto fatto quando Jackson penetra una burrosa difesa basca per il +15, che poco dopo diventa addirittura +17. Sembra finita, ma il Baskonia ha ancora qualche carta da giocarsi con Larkin e soprattutto Beaubois. Larkin va per il -2 con la bomba dalla lunga distanza a un minuto dalla fine, ma l'errore è corretto da Voigtman che accorcia. A 12" dalla fine il Baskonia è sotto di tre e pesca la tripla del pareggio di Beaubois, prima che un fallo su rimbalzo d'attacco a seguito dell'errore di Teodosic non regali due liberi a Hines che glaciale sigilla la seconda vittoria dei suoi e l'onore delle armi al Baskonia. Finisce 84-82.

Ad Atene invece il Panathinaikos gioca per pareggiare una serie che il Fenerbahce ha messo subito sui propri binari con una vittoria in gara uno e un secondo tempo da cineteca.
C'è tanto talento in campo e Obradovic decide apertamente di speculare sul tiro da fuori di Calathes, lasciato spesso deliberatamente da solo e che puntualmente non riesce a convertire con continuità. La spina nel fianco per i turchi è un MIke James che altera penetrazioni al fulmicotone con triple di talento e la sua lotta con Bogdanovic (15 punti il serbo, 14 l'americano) nel primo tempo è luce per gli occhi degli appassionati.
Il Fener tiene la testa avanti, ma il Panathinaikos non può permettersi un'altra sconfitta.
Nonostante questo si arriva nei minuti finali con i greci al limite della crisi di nervi e i turchi che assaporano l'impresa. I liberi di Dixon mettono un possesso pieno di distanza, mentre quelli di Sloukas poco dopo sigillano il risultato sull'80-75 e un inaspettata doppietta esterna per la truppa di Obradovic che ora avrà ben due match point tra le mura amiche.