Sassari, risveglio da #EUROG1ANTS Pozzecco: “E ora lo scudetto”

Le dichiarazioni in casa sarda dopo la vittoria in FIBA Europe Cup.
02.05.2019 15:47 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Sassari, risveglio da #EUROG1ANTS Pozzecco: “E ora lo scudetto”

Un trionfo inseguito e meritato, una festa speciale come ogni prima volta, prima di rituffarsi nel rush finale in campionato per la lotta playoff. A Sassari è il giorno dopo la vittoria in FIBA Europe Cup, il primo trofeo europeo della storia della società: oggi la squadra è tornata in Sardegna, e in serata è previsto l’abbraccio dei tifosi per festeggiare la vittoria di Würzburg, prima di pensare allo spareggio playoff di domenica contro Trieste.

La vittoria di ieri è speciale anche per Gianmarco Pozzecco, al primo trofeo in carriera da allenatore: “Abbiamo affrontato un grande avversario, giocando una bella sfida” le sue parole in conferenza stampa “Abbiamo fatto leggermente meglio di loro, mi voglio complimentare di cuore con i miei ragazzi perché questa coppa l’hanno vinta loro. Stiamo vivendo un momento magico e la vittoria della FIBA Europe Cup è il risultato di quello che una squadra ci mette a livello di attributi, di energia, di voglia di giocare insieme. L’unica statistica che oggi conta è la quattordicesima vittoria consecutiva: la Dinamo è entrata nella storia, non ci sono molte squadre in Italia che possono vantare l’onore di avere vinto una coppa europea. Il merito è del presidente Sardara che ha costruito con attenzione e solidità la società, io sono stato solo fortunato a trovarmi al posto giusto al momento giusto”. Con uno sguardo al prossimo futuro, pensando all'avvio dei playoff in campionato: "Ora vogliamo lo scudetto. Chi vince una coppa, non può accontentarsi di partecipare ai playoff".

Ed è proprio il presidente sardo a commentare a ruota: “È un grande momento per la nostra squadra e per il club” le parole di Sardaraè un traguardo storico per noi e per la Sardegna, non potremmo essere più orgogliosi”. “Sono contento, entusiasta e ancora incredulo: siamo una bella squadra e io ho trovato sintonia con i miei compagni fin dal primo giorno” afferma invece Rashawn ThomasHo creduto in questo gruppo e ci abbiamo messo tutto, stare uniti e giocare con grande chimica ci ha portato fin qui. È un onore aver vinto questa coppa”.