Italia, via alla missione Lituania: "Con loro abbiamo anche vinto"

Dopo Cinciarini, il ct Sacchetti costretto a rinunciare anche a Flaccadori
26.11.2018 18:58 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
Italia, via alla missione Lituania: "Con loro abbiamo anche vinto"

E’ iniziato il ritiro dell’Italia, verso la doppia sfida di qualificazione ai Mondiali 2019. Gli azzurri si sono ritrovati a Brescia, per effettuare il primo allenamento verso la partita di giovedì sera contro la Lituania, che potrebbe dare una fetta decisiva di qualificazione alla rassegna iridata. Dopo la rinuncia a Cinciarini, per via degli impegni di Milano in Eurolega, il ct ha dovuto rinunciare anche Diego Flaccadori, a causa di un trauma distorsivo collo del piede destro, che lo terrà fuori per circa un paio di settimane. Al suo posto è stato convocato Matteo Moraschini.

La squadra baltica è la nostra bestia nera, visto che contro questo scoglio si sono fermati gli azzurri alle ultime manifestazioni continentali, ma questa volta la situazione è diversa: la Lituania è già qualificata ed ha lasciato a casa quasi tutti i big, si gioca davanti al caldissimo pubblico del PalaLeonessa e le motivazioni sono tutte dalla parte dell’Italia. “Abbiamo anche vinto contro di loro – ricorda Gianni Petrucci, presidente federale – come alle Olimpiadi 2004. Il pubblico di Brescia sarà straordinario e speriamo di partire per Danzica, con un sorriso in più”.

Anche il ct Meo Sacchetti ha parlato della partita, seppur senza entrare ancora nella parte tecnica: “Loro hanno vinto tutte le otto partite disputate e non discutiamo il loro valore, ma l’Italia ha dimostrato finora il giusto atteggiamento”. Che potrebbe essere esaltato dal giocare in casa: “Conosco il pubblico di Brescia, sa stare vicino alla propria squadra anche nei momenti difficili. Ora tocca a noi meritare il loro supporto". E fare il passo più importante verso i Mondiali, dove gli azzurri mancano dal 2006 e non si qualificano sul campo addirittura dal 1998.