L’Italia in Polonia per il Mondiale: “Mostriamo la stessa faccia”

Gli azzurri possono conquistare il pass iridato a Danzica domenica sera
01.12.2018 15:54 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
L’Italia in Polonia per il Mondiale: “Mostriamo la stessa faccia”

Il grande giorno sta arrivando. L'Italia è in Polonia per mettere il timbro ufficiale sulla qualificazione ai Mondiali, quella manifestazione da cui manchiamo da 12 anni e non ci qualifichiamo sul campo addirittura dal secolo scorso. Serve un successo domani sera a Danzica, oppure aspettare una combinazione di risultati dagli altri campi. Ma gli azzurri hanno tutte le carte in regola per farcela con i propri mezzi: “Questi ragazzi hanno fatto vedere qualcosa – le parole del ct Meo Sacchetti a RMC Sport - e spero facciano vedere ancora questa faccia”.

C’è grande entusiasmo nell’aria, dopo la vittoria di giovedì con la Lituania, ma il commissario tecnico vuole una squadra con i piedi ben per terra: “E’ importante sia passato un giorno, tra il viaggio e l’allenamento. Ora faremo qualcosa di più serio e poi dovremo cliccare, per essere pronti per questa partita”. I polacchi li abbiamo battuti già a Bologna, anche se ci saranno tante novità: “Abbiamo vinto, ma ce la siamo giocata fino agli ultimi cinque minuti. Ora le squadra sono cambiate totalmente da una parte e dall’altra”. Non ci sono più, infatti, Datome e Melli.

A settembre fu una partita ad alto punteggio, giovedì è arrivata una vittoria con la difesa. Domenica servirà probabilmente un mix: “Dovremo fare un po’ più canestro ed aumentare ancor più in difesa, pur sapendo di non essere perfetti, togliendo un paio di errori che abbiamo regalato”. In un impianto modernissimo, come l’Ergo Arena : “Siamo un po’ invidiosi, un impianto così non c’è ancora in Italia. Io ho sempre detto, un po’ da giocatore e da allenatore, che giocare in un campo dove c’è coinvolgimento, anche se negativo, è molto meglio che giocare in un posto senza stimoli”.