All-NBA team: fuori George e Hayward, primo quintetto quasi unanime

Sono stati nominati i migliori 15 della stagione.
 di Simone Mazzola Twitter:   articolo letto 136 volte
All-NBA team: fuori George e Hayward, primo quintetto quasi unanime

Dare i premi è qualcosa che divide le folle sin dal principio e siccome il livello dei giocatori di talento in NBA è vergognosamente alto e siccome ognuno ha le proprie simpatie e antipatie, la questione awards ha creato non pochi problemi.
Siamo partiti dalle convocazioni all’All Star Game di febbraio e all'indignazione per il mancato quintetto di Russell Westbrook, passando per la stigmatizzazione della cosa da parte degli stessi giocatori.
La stagione è stata talmente ricca di protagonisti che anche gli awards di fine stagione saranno un rebus con il premio di MVP che vive il dualismo Harden-Westbrook da ormai diversi mesi.
Nella giornata di ieri sono usciti i primi tre quintetti All-NBA che oltre a indignare fantomatici esperti NBA, significava molto soprattutto in termini economici per alcuni giocatori.

Se il primo quintetto era qualcosa di praticamente obbligato per quattro quinti di esso, molto del futuro di alcune stelle, dipendeva dagli altri due. Leonard, Westbrook, Harden e James hanno preso dal 96% al 100%% dei voti per il primo quintetto, venendo raggiunti da Anthony Davis.
Dal secondo in poi la lotta era totalmente aperta con Paul George e Gordon Hayward alla ricerca di un posto per diventare designated player e poter firmare nella prossima stagione un rinnovo contrattuale faraonico.
Così non è stato per nessuno dei due, infatti non sono riusciri a farsi un posticino nemmeno nel terzo quintetto All-NBA finendo fuori dai top 15 e di conseguenza non rendendo le proprie squadre di appartenenza, avvantaggiate nella corsa al loro nuovo contratto.

Il secondo è composto da Steph Curry, Giannis Antetokounmpo, Kevin Durant, Rudy Gobert e Isaiah Thomas, mentre per la terza piazza che chiude la schiera dei migliori della stagione ci sono: Jimmy Butler, Draymond Green, John Wall, DeMar DeRozan e DeAndre Jordan.
Green si è indignato per l’assenza da questo novero del compagno Klay Thompson, i Pacers dovranno decidere cosa fare di Paul George e i Jazz di Gordon Hayward, ma lasciamo volentieri i pensieri a loro e ci godiamo i 15 migliori di questa stagione.