Basketissimo 30x30: A Detroit, i motori ruggiscono poco

Archiviato il mercato, analizziamo, squadra per squadra, come si presenta la NBA per la prossima stagione, e come potrebbero giocare le trenta squadre
30.09.2019 21:10 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Basketissimo 30x30: A Detroit, i motori ruggiscono poco

Detroit Pistons - Under/Over di vittorie secondo Las Vegas: 37.5
La scorsa annata dei Pistons ha vissuto di fiammate esaltanti e picchi gelati, accelerate rombanti e frenate brusche. Tante strisce sia vincenti che perdenti hanno regalato l'ottavo posto ad Est con un record del 50%, che ha portato la seconda qualificazione ai playoff negli ultimi 10 anni, ma culminata come la precedente in un 4-0 senza appello. 

La guida di Dwane Casey ha portato si maggiore stabilità, e Blake Griffin è tornato ad esprimersi su alti livelli, ma a parte ciò i fattori di festa nella città dei motori sono pochi. I progressi di Andre Drummond procedono a rilento, ed a parte Reggie Jackson, il roster è uno dei più poveri di qualità della lega, tra le squadre che competono per un posto ai playoff. Il mercato estivo ha portato due veterani come Derrick Rose e Joe Johnson, ma a parte ciò non c'è nulla che lasci presagire miglioramenti evidenti rispetto a quest'anno. 

In ottica futura, il draft ha portato un intrigante diamante grezzo come Sekou Doumbouya, un fisico splendido ma su cui bisognerà lavorare parecchio per tirare fuori un giocatore di qualità. E sarà il lavoro il tema principale dei Pistons 2020: l'unica chance di un ritorno ai playoff passa dalla palestra ed un maggiore affiatamento, visto che il roster non permette grandi movimenti. I fasti dei Pistons della metà del 2000 sono ben lontani, ma anche i pessimi risultati della Detroit di Van Gundy. Vincere moderatamente è sempre meglio di perdere, ma la mediocrità in NBA ha pochissimo appeal.  

BASKETISSIMO 30x30
Atlanta Hawks
Sacramento Kings
Toronto Raptors
Minnesota Timberwolves
Washington Wizards
Cleveland Cavaliers
Detroit Pistons
Chicago Bulls
Brooklyn Nets
Los Angeles Lakers
Houston Rockets
Boston Celtics
Dallas Mavericks