Basketissimo #BOW12: Portland e Raptors, settimane perfette

Il meglio (ed il peggio) dell'ultima settimana NBA
13.01.2019 15:40 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Basketissimo #BOW12: Portland e Raptors, settimane perfette

Torna l'appuntamento settimanale con il Best of The Week di Basketissimo: analizziamo le migliori (e le peggiori) squadre dell'ultima settimana. 

TOP
Toronto Raptors: dopo aver vinto lo scontro diretto contro i Bucks, i canadesi hanno vinto le seguenti tre partite per ristabilirsi in cima alla lega, con l'unica vittoria stentata arrivata paradossalmente contro l'avversario meno quotato, gli Atlanta Hawks. I canadesi vincono e convincono, affinando le loro armi per provare la cavalcata in finale a Giugno. 

Portland Trail Blazers: tornano sulla cresta dell'onda i Blazers, che dopo aver fermato lo scatenato James Harden, non inciampano in un calendario favorevole (tre gare casalinghe consecutive, tutte contro avversari sotto al 50% di vittorie) e si rilanciano in alta quota, a sola mezza gara di distanza dai Thunder al terzo posto, ultima squadra ad aver vinto contro Lillard e soci. 

FLOP
Charlotte Hornets: la corsa per i playoff ad Est sembra quasi una patata bollente: 4 squadre in lizza per l'ottavo posto, tutte con un record perdente e momenti decisamente complicati in questa stagione. Ma mentre Washington prova a reagire all'infortunio di John Wall (fuori per tutta la stagione) con due vittorie consecutive, i Pistons possono contare su un super Blake Griffin ed i Magic partivano con ben altre ambizioni quest'anno, la squadra di His Airness stenta a decollare, con 3 sconfitte consecutive (4 nelle ultime 5), tutte con pesanti passivi. Unica vittoria, arrivata a fatica contro i Suns: riusciranno gli Hornets a fare i playoff?

Memphis Grizzlies: in una settimana dove ad Ovest hanno dato segnali tutte le squadre in lotta per i playoff (ossia 14 su 15, ma anche i Suns, con la vittoria contro i Nuggets capolisti, hanno battuto un colpo), Memphis continua a stentare. Solo una vittoria nelle ultime cinque gare, con la vittoria casalinga contro gli Spurs. Il calendario non ha aiutato, ma in un ovest così competitivo basta poco per perdere terreno.