Dallo shock al caos: NBA e Team USA non avallano le riforme NCAA

Intrigo mediatico e di potere tra i tre enti della pallacanestro a stelle e strisce
09.08.2018 18:30 di Paolo Terrasi Twitter:   articolo letto 313 volte
Dallo shock al caos: NBA e Team USA non avallano le riforme NCAA

Contrordine e colpo di scena: le nuove regole NCAA, annunciate ieri, non sono state ancora approvate, ed incredibilmente, sono state decise senza neanche consultare l'NBA e Team USA circa la loro approvazione.

Particolarmente controversa la norma che prevede la possibilità di avere degli agenti, ristretta soltanto ai prospetti definiti "d'elite". Il problema è: chi decide quale prospetto è d'elite? Secondo la NCAA, è compito di Team USA, che non ha né le infrastrutture né la volontà di farlo, e "scaricherebbe" la responsabilità sulla NBA. 

La NCAA ha fatto una mossa azzardata, basata sulla previsione che la NBA voglia abbandonare la "one and done rule" aprendo le porte della lega ai giocatori liceali, abbassando il limite d'età. Una volontà manifestata più volte, ma lungi dall'essere realizzata in tempi brevi: nel migliore dei casi, saranno cambiamenti che andranno in scena dal 2021-22. E' dello stesso parere il coach di Kentucky, John Calipari, che ha parlato di come discuterne adesso sia "fiato sprecato", viste le tempistiche.