Disastro Cavs a Toronto, male gli Spurs, Clippers ok a Sacramento

La cronaca della notte NBA.
 di Simone Mazzola Twitter:   articolo letto 156 volte
Disastro Cavs a Toronto, male gli Spurs, Clippers ok a Sacramento

Nella serata italiana va in archivio il periodo londinese con la vittoria dei Boston Celtics sui Philadelphia 76ers con una furiosa rimonta e il servizio completo del nostro Ennio inviato sul posto.

Nelle altre partite c’è da registrare la pesantissima sconfitta dei Cleveland Cavaliers a casa dei Toronto Raptors. I canadesi dominano senza repliche realizzando 133 punti e mettendo in mostra tutte le lacune della ventinovesima difesa NBA.
 E’ un vero e proprio massacro per i Cavs che subiscono 22 punti da Van Vleet, 15 da Valanciunas, 16 da Miles e 14 da Powell senza che ci sia bisogno di un super DeRozan e soprattutto con Kyle Lowry ai box. Closeout osceni, distrazioni sui tagli, triple aperte concesse e rimbalzi sono solo alcune delle nefandezze messe in campo dagli ospiti che poi si devono sorbire la sfuriata di LeBron James in un timeout con un’accesa discussione verso Tyronn Lue.

Ai Cavs evidentemente qualcosa non va per il verso giusto, ma come sempre, le squadre di LeBron hanno vissuto ogni anno momenti come questo, con la differenza che questa volta è il secondo momento pur non essendo arrivati a metà stagione.

Sconfitta inopinata anche per i San Antonio Spurs che cedono il passo a Lonzo Ball e ai Lakers in una partita “patetica” secondo Gregg Popovich. Senza Leonard, Parker, Green e Gay la situazione di emergenza è decisamente grave, ma Pop non accetta le 20 palle perse che hanno scatenato il contropiede costante dei Lakers con Nance che schiaccia di prepotenza e Ball che innesca i compagni tra cui un ottimo Ingram da 26 punti totali. Per gli Spurs ci sono 20 di Aldridge, 18 di Forbes e 14+11 di Murray.

Vittoria sul filo di lana anche per i Clippers contro i Kings grazie ai 30 di Lou Williams che non sembra essersi raffreddato dal cinquantello contro i Warriors, ma anche dai 18 e 12 di Griffin e i 10+9 assists di Teodosic. Con il vantaggio di due lunghezze nei secondi finali Williams perde palla per evitare il pressing, ma i Kings restituiscono il favore regalando la palla a Wallace che va a schiacciare per i titoli di coda.

Risultati:

Celtics@Sixers 114-103
Cavs@Raptors 99-133
Clippers@Kings 121-115
Spurs@Lakers 81-93