Gallo, rientro infelice; Rondo, colpo dell'ex; Westbrook storico

I risultati della notte NBA
08.02.2019 09:03 di Paolo Terrasi Twitter:   articolo letto 270 volte
Gallo, rientro infelice; Rondo, colpo dell'ex; Westbrook storico

Boston Celtics-Los Angeles Lakers 128-129
Rondo allo scadere è una scena che i tifosi dei Celtics (e tutti quelli NBA) non si sono mai goduti in carriera, visto lo 0 su 11 al tiro in situazioni "in the clutch" del numero 0. Qual miglior modo per sbloccarsi se non contro la squadra con cui hai dato il meglio nella NBA, vincendo anche un titolo? L'ex di giornata decide la classica NBA, inasprita dai contrasti di mercato e dalla caccia ad Anthony Davis, ed ha l'ultima parola nello scontro tra Lebron James(tripla doppia per lui con 28 punti, 12 rimbalzi e 12 assist) e Kyrie Irving (24 punti, otto rimbalzi e sette assist).

Portland Trail Blazers-San Antonio Spurs 127-118
Altra sconfitta per gli Spurs di Marco Belinelli (8 punti), che ancora alle prese col Rodeo Trip, cadono in Oregon sotto i colpi di Cj McCollum(30 punti con 7 triple a bersaglio) e Damian Lillard (24 punti e 9 assist). I neroargento scivolano al settimo posto nella corsa ai playoff, mentre Rip City nonostante i 35 di DeRozan, inanella la sua settima vittoria nelle ultime nove gare. 

Indiana Pacers-Los Angeles Clippers 116-92
Il rientro di Danilo Gallinari viene anticipato per via degli intrecci di mercato, che mostrano un roster dei Clippers privo dei tanti partenti ed anche dei vari nuovi arrivati, non ancora giunti in California. 12 punti e 5 rimbalzi ad Indianapolis per l'ex Milano, con i Pacers che si prendono la seconda (larga) vittoria consecutiva contro una squadra di L.A., in attesa di abbracciare Wesley Matthews: non è Victor Oladipo, ma il suo contributo saprà darlo eccome. 

Oklahoma City Thunder-Memphis Grizzlies 117-95
Anche Memphis è nel pieno del ricambio di mercato: ha quindi vita facile Russell Westbrook nel raggiungere l'ottava tripla doppia consecutiva, a meno uno dal record assoluto di Wilt Chamberlain. L'ottava gli permette di superare se stesso e Jordan, con 15 punti, 15 assist e 13 rimbalzi, mentre per i Grizzlies non bastano i 27 punti di Jaren Jackson, chiamato a vestire i panni dell'uomo franchigia dopo l'addio di Gasol. 

Atlanta Hawks-Toronto Raptors 101-119
Altro giro, altra squadra piena di assenze di mercato: ma i canadesi non tardano molto rispetto ai Bucks nel raggiungere la vittoria numero 40 in stagione, anche con un roster ridotto dagli scambi e senza ancora Marc Gasol. Assente anche per il classico riposo periodico Kawhi Leonard, per piegare Atlanta bastano i 66 punti in due di Siakam e Van Vleet, entrambi al massimo in carriera. Kyle Lowry, rimasto nonostante le voci, sforna una doppia doppia da 13 punti e 13 assist. 

Orlando Magic-Minnesota Timberwolves 122-112
Chi è rimasto, e dovrà guadagnarsi un nuovo contratto, è Terrence Ross, che con 32 punti lancia un segnale in vista della free agency di Luglio. I Magic partono forte con 71 punti nel solo primo tempo, miglior risultato stagionale, e si difendono dalla rimonta di una Minnesota decisamente spenta e poco impegnativa in difesa. Quinta sconfitta nelle ultime sei per Minnie.