Giannis piega Harden nella sfida tra MVP, Lakers e Celtics ok

I risultati della notte NBA
10.01.2019 09:10 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Giannis piega Harden nella sfida tra MVP, Lakers e Celtics ok

Houston Rockets-Milwaukee Bucks 109-116
Sfida ad altissimo livello per il titolo di MVP al Toyota Center: la spunta il greco dei Bucks, che continua a guidare i Bucks al vertice della lega. Antetokounmpo chiude con 27 punti e 21 rimbalzi, e trova il supporto di Malcolm Brogdon, decisivo sia in attacco (24 punti, 9/12 al tiro) che in difesa: l'australiano infatti riesce a bloccare per un quarto James Harden, che nei suoi 42 punti totali trova una battuta d'arresto nel secondo tempo, dove tira con 2/10 dal campo. I record continuano, visto che si tratta della sesta partita sopra quota 40 nelle ultime otto nonché della quattrodicesima con almeno 30+ punti, la striscia più lunga dal 2003 quando ci riuscì Tracy McGrady. Se ci aggiungiamo gli almeno 5 assist che ha distribuito in ciascuna delle ultime 14 gare, otteniamo la striscia da 30+5 più lunga nella storia della NBA, così come il 12^ quarantello stagionale rappresenta un record di franchigia pareggiato. Tuttavia per conquistare la vittoria serve di più dai suoi compagni: Clint Capela tira male dal campo, e nessuno oltre al barba scollina oltre quota 20. 

Boston Celtics-Indiana Pacers 135-108
Brusca battuta d'arresto per i Pacers, che nello scontro diretto dell'elité della Eastern Conference vengono travolti dai Celtics. Boston smazza più di 30 assist di squadra per la quinta partita consecutiva, ed i tre giocatori sopra quota 20 (Marcus Morris, Jaylen Brown Jayson Tatum) sono un altro attestato del grande gioco di squadra dei biancoverdi, che stanno trovando continuità nella fluidità offensiva, oltre alla solita ottima difesa. Kyrie Irving si riposa giocando solo 24 minuti, con il +15 già toccato all'intervallo, mentre per Indiana i 20 di Domantas Sabonis non fermano il settimo successo nelle ultime nove gare della squadra di coach Stevens. 

Los Angeles Lakers-Detroit Pistons 113-100
Seconda vittoria consecutiva per i Lakers, sempre privi di Lebron: a rivestire il ruolo del numero 23 ci pensa Kyle Kuzma. Mentre Brandon Ingram e Lonzo Ball sono stati discontinui in questa fase, mentre il numero zero chiude la gara con 41 punti e un ottimo 16/24 dal campo che vede anche 5 triple a segno sulle 10 tentate, con 22 punti segnati nel solo terzo quarto, guadagnandosi così il riposo nel quarto. Segni di vita anche da Michael Beasley, che festeggia il suo compleanno regalandosi un season-high da 19 punti con 9/13 al tiro dalla panchina, mentre Blake Griffin conclude con 17 punti ma neanche un rimbalzo. 

 

Le altre partite:
Memphis Grizzlies-San Antonio Spurs 96-86 (Belinelli 14 e 3 rimbalzi)
Dallas Mavericks-Phoenix Suns 104-94 (Doncic 30)
New Orleans Pelicans-Cleveland Cavaliers 140-126
Washington Wizards-Philadelphia 76ers 123-106
Portland Trail Blazers-Chicago Bulls 124-112
Brooklyn Nets-Atlanta Hawks 116-100
Utah Jazz-Orlando Magic 106-93