Irving pensa a tornare, non al rinnovo: "L'estensione non avrebbe senso"

La star di Boston mette in chiaro le sue priorità per il futuro
13.06.2018 18:43 di Paolo Terrasi Twitter:   articolo letto 248 volte
Irving pensa a tornare, non al rinnovo: "L'estensione non avrebbe senso"

Presente ad un evento per promuovere il film "Uncle Drew", incontrando per la prima volta da Marzo i giornalisti, Kyrie Irving ha parlato del suo futuro a lungo termine, e come non intende pensarci.

"Il mio focus è recuperare dall'infortunio. Aver saltato i playoff ha fatto schifo, e non vedo l'ora di rientrare in campo al mio meglio. Sto bene qui, e mi concentro soltanto sul tornare in gruppo, integrarmi con i miei compagni, e competere per il titolo l'anno prossimo. Una estensione adesso, a livello finanziario, contrattuale, non avrebbe senso."

Irving ha apprezzato notevolmente le prestazioni dei suoi compagni, capaci di arrivare ad una sola gara dalle Finals: impressionato dalle prestazioni di Terry Rozier, l'ex Cavs non vede l'ora di tornare in campo insieme a Gordon Hayward.
Una estensione adesso permetterebbe a Irving di guadagnare 80 milioni meno di quanto potrebbe incassare se decisesse di uscire dal suo contratto, per rifirmare con i Celtics il prossimo anno. Ed a proposito di Free Agency, non esclude una reunion con Lebron: "tutto può succedere, staremo a vedere."

Il suo rientro dall'infortunio è previsto per metà settembre, in tempo per l'inizio della prossima stagione: Irving non dà garanzie per il futuro prossimo, ma per l'immediato è determinato a riportare i Celtics alle Finali NBA.