L'esplosione di Beal, Thunder volata vincente, bene i Raptors

Il reca delle partite della notte.
 di Simone Mazzola Twitter:   articolo letto 132 volte
L'esplosione di Beal, Thunder volata vincente, bene i Raptors

Prosegue la timida risalita degli Oklahoma City Thunder che battono tra le mura amiche gli Utah Jazz e cominciano un periodo di schedule favorevole che dovrebbe riportarli a un record decente nei piani della squadra. Dopo un primo tempo da ben quindici palle perse e 8 di svantaggio, arriva finalmente un quarto periodo incisivo dal punto di vista offensivo con la tripla doppia di Westbrook da 34+13+14, ma soprattutto un minimo di armonia in attacco che permette anche a George e Anthony di poter punire i Jazz che hanno 31 punti dall’ormai consueto Donovan Mitchell.

Non si ripete la serata magica di Devin Booker che dopo in carreer high rimane a secco di canestri dal campo nell’intero primo tempo non trovando mai ritmo e contraendo anche un piccolo infortunio alla coscia che gli permetterà poi di rientrare e segnarne 19, ma è la partita di Serge Ibaka che chiude tutti i varchi sotto il tabellone dei suoi spingendo il contropiede e un secondo tempo da 71 per i Raptors che vincono di 13.

Dopo una sconfitta di 46 serve tirare fuori l’orgoglio e Bradley Beal ha raccolto la sfida segnando 51 punti (nuovo carreer high) sulla testa dei Trail Blazers e portando i Wizards alla vittoria. Il suo scontro con Lillard è stato di assoluto interesse con Dame che chiude a quota 30, ma nulla può contro il letterale stato di grazie della guardia avversaria.
Portland prova la rimonta dopo un primo tempo chiuso sul -14, ma non basta è vittoria Wizards in tranquillità.

Risultati:

Jazz@Thunder 94-100

Suns@Raptors 113-126

Wizards@Blazers 106-92