Lunghi in cerca di riscatto: Okafor a NOLA, Noah si libera?

Due ex giocatori di spessore provano a rilanciarsi
11.08.2018 09:12 di Paolo Terrasi Twitter:   articolo letto 210 volte
Lunghi in cerca di riscatto: Okafor a NOLA, Noah si libera?

Di questi tempi, non è facile essere un centro in NBA. Con la direzione del gioco sempre più diretta verso la linea da tre punti e maggiori spaziature, i lunghi “vecchia scuola” hanno sempre meno spazio. 

Ne sa qualcosa Jahlil Okafor, ex terza scelta al Draft 2015, nel quintetto dei migliori rookie del 2016 e decaduto ad esubero nel 2018. Okafor, scelto da Philadelphia, ha visto il suo minutaggio via via scemare, tanto da arrivare ad una trade con i Brooklyn Nets lo scorso dicembre. Trovatosi Free Agent, Jah proverà a ripartire da New Orleans, orfana di Demarcus Cousins, e tenterà di guadagnarsi minuti dietro Anthony Davis. Tornerà ai fasti dei 17+7 di media ai 76ers o tornerà nell’oblio dei 7 punti di media ai Nets?

In caduta libera anche le quotazioni di Joakim Noah, attualmente ai Knicks: il suo quadriennale da 72 milioni, rivelatosi col senno di poi uno dei peggiori contratti della lega (courtesy of Phil Jackson), è solo a metà, e la squadra della grande mela, in caso non riesca a piazzarlo in una trade, spalmerà il suo contatto su più anni. Noah, difensore dell’anno nel 2014, non ha mai esaltato nella sua esperienza newyorchese: 53 partite in due anni, con le altre saltate per infortuni, o per squalifica per uso di sostanze illecite. Il lungo francese, ai ferri corti con la dirigenza dopo un alterco con coach Hornacek. Riuscirà a guadagnarsi la fiducia di coach Fizdale?