Wall, rottura del tendine d'Achille: arrivederci al 2020

Si aggravano le condizioni del numero 2 di Washington
05.02.2019 19:07 di Paolo Terrasi Twitter:   articolo letto 246 volte
Wall, rottura del tendine d'Achille: arrivederci al 2020

John Wall, dopo essersi operato al tallone d'achille l'otto Gennaio, saltando così il resto della stagione, si è rotto il tendine d'achille, e rimarrà fuori per un anno. 

In un comunicato, Washington comunica come il giocatore si sia procurato questo infortunio scivolando in casa e cadendo, dopo essersi procurato una infezione sulla incisione della precedente operazione. Il giocatore era a bordocampo nell'ultima uscita degli Wizards, con diverse protezioni sulla gamba destra, e sembrava comunque di buon umore, pur potendosi spostare soltanto con un motorino elettrico. 

Piove, anzi, diluvia sul bagnato nella carriera del giocatore e nel futuro della franchigia capitolina: Wall soffre lo stesso infortunio del suo ex compagno di squadra al college Demarcus Cousins nel pieno dei migliori anni della sua carriera, mentre Washington pagherà 40 milioni il prossimo anno per un giocatore che forse tornerà dopo l'All Star Game, anche se è molto probabile che salterà l'intera stagione, la prima delle quattro che lo vedranno a libro paga per un totale di 160 milioni. La squadra probabilmente correra ai ripari: l'estensione salariale di Tomas Satoransky, eleggibile per un quadriennale da 47 milioni, sembrerebbe già sul tavolo, qualora il giocatore ceco decidesse di accettarla.