Come l'Olimpia prepara i playoff: la parola al preparatore Danesi

Il lavoro dei biancorossi in queste settimane prima della post season
 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 2105 volte
Giustino Danesi e Cinciarini
© foto di Alessia Doniselli
Giustino Danesi e Cinciarini

Come abbiamo detto più volte, l’Olimpia Milano è entrata nel vivo della preparazione verso i playoff 2017. Da qui al 12 maggio, data di gara 1 dei quarti di finale, i campioni d’Italia lavoreranno con l’obiettivo di ritrovare la miglior condizione per la fase decisiva del campionato, ma come verrà svolto questo lavoro? “Contiamo di aver fatto la rigenerazione con lo stacco dei giorni scorsi – le parole di Giustino Danesi, preparatore atletico della società biancorossa - da qui in avanti, l’obiettivo è omogeneizzare le situazioni che abbiamo in squadra”.

I tanti infortuni, infatti, hanno creato una condizione diversa nei giocatori: “Alcuni hanno dovuto giocare tantissime partite, sobbarcandosi un carico superiore, altri stanno rientrando ed alcuni sono appena rientrati. I carichi saranno individuali ed in rapporto alle diverse esigenze”. Ma non c’è solo parte atletica: “Sarà un lavoro più stratificato e diluito per quanto riguarda la parte fisica/atletica – ha proseguito Danesi - ma anche attraverso le sedute tecniche, perché abbiamo bisogno di allenarci insieme, non avendolo potuto fare quasi mai nel corso della stagione”.

L’obiettivo per il 12 maggio: “Vogliamo riuscire a pareggiare il più possibile la condizione per i playoff, però tenendo conto anche degli impegni agonistici che vanno rispettati e vogliamo giocare al meglio possibile”. Su Cerella e Kalnietis, i due giocatori ancora non rientrati: “Cerella è aggregato alla squadra ed è pienamente reintegrato. Avrà solo bisogno dei suoi allenamenti e del ritmo gara. Mantas, essendo reduce da una recidiva, va rincodizionato più degli altri a livello fisico/atletico, perché tra i due infortuni è stato fuori molte settimane. Ha bisogno di svolgere di un richiamo atletico un po’ più specifico”. Per lui, dunque, probabile rientro rimandato: "Presumiamo non questa settimana, anche se le valutazioni le facciamo giorno per giorno, in base alle risposte ai carichi amministrati".