Cuore Avellino, 2-1 irpino. Milano crolla ed è sull’orlo del baratro

I tricolori sono sotto per quasi tutta la partita, poi la ribaltano, ma si fermano incredibilmente a metà quarto periodo e subiscono la sconfitta
22.05.2019 22:08 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
Cuore Avellino, 2-1 irpino. Milano crolla ed è sull’orlo del baratro

Una squadra mette il cuore, l’altra pensa sia tutto dovuto. La prima è la Sidigas Avellino ed è meritatamente avanti 2-1, vincendo un’incredibile terza sfida (69-62), nonostante la stanchezza e l’infortunio occorso a Young. La seconda è l’Olimpia Milano ed ora è ad un passo da una clamorosa eliminazione, buttando via l’occasione di riprendere il fattore campo e di punire una squadra ferita. I biancorossi sono sotto, anche di 14, per buona parte del match, ma lo ribaltano e si portano avanti nel quarto periodo, quando i padroni di casa sono al lumicino delle forze. Invece di ammazzare la partita, l’AX si accontenta di tirare dall’arco, non fa più canestro e venerdì dovrà solo vincere per tornare domenica al Forum. 

La sorpresa arriva all’annuncio delle squadre, visto che ci sono i rientri di Nedovic e Nichols nelle due formazioni, entrambi in panchina in avvio. Il primo quarto è il replay della seconda sfida: gli irpini partono fortissimo, con un’energia doppia e, guidati da Sykes e Udanoh, scappano fino al +14. L’ingresso di Cinciarini cambia gli scenari: il capitano porta grinta, carattere ed anche due triple, arrivano punti da Brooks, ed un 11-0, vale il -3. Milano, però, prosegue a sparare a salve dall’arco e, nonostante il problema di Young, la Sidigas mette in campo il cuore, piazza un nuovo allungo e va all’intervallo a +10, con un canestro di Filloy, su un rimbalzo offensivo simbolo della differenza di voglia in partita. 

L’AX rientra in campo con un’energia diversa, mentre i padroni di casa pagano un po’ di stanchezza e rallentano sui due lati del campo: la tripla di Cinciarini apre il parziale di 14-2, con due canestri del rientrante Nedovic, per il primo pareggio del match (45-45 al 27’). Si fa male nuovamente Young e viene portato a braccia negli spogliatoi, questa volta Milano ‘ne approfitta’ con due giocate per Tarczewski, che valgono il primo vantaggio (49-50 al 30’) sul finire del terzo periodo. I tricolori, però, non approfittano dell’appannamento irpino per chiuderla in avvio di ultimo quarto e si fermano clamorosamente. Arrivano solo tiri da tre forzati, Avellino getta il cuore oltre l’ostacolo e piazza un incredibile 13-0, con le firme di Harper e Filloy, Ed è 2-1 irpino, l’AX è spalle al muro. Se in gara 4 non avrà un altro carattere, la stagione finirà. 

LEGGI ANCHE LE PAGELLE DI GARA 3 DEI QUARTI

PIANIGIANI: "ERRORI TECNICI ENORMI, ORA DOBBIAMO ESSERE LUCIDI"