Eurolega: l’Olimpia vuol ripartire, arriva Gran Canaria al Forum

I biancorossi tornano in casa, in una partita con l'obbligo di portare a casa il successo
06.12.2018 11:23 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 852 volte
© foto di Alessia Doniselli
Eurolega: l’Olimpia vuol ripartire, arriva Gran Canaria al Forum

Dopo due sconfitte esterne consecutive, l’Olimpia Milano ritrova il pubblico amico del Forum con necessità di tornare a mettere punti in classifica in Eurolega, per difendere l’attuale quinta posizione. L’avversaria è l’Herbalife Gran Canaria (ore 20.45, diretta Eurosport 2 e Player), debuttante nella massima competizione continentale: tre vittorie sinora conquistate, compresa l’unica in trasferta sul campo del Darussafaka. I risultati non eccelsi hanno convinto la società a cambiare il tecnico due giorni fa, con l’esonero di Maldonado e la promozione temporanea del vice Vitor Garcia. 

Una situazione che potrebbe complicare il compito dei biancorossi, vista l’inevitabile scossa portata alla squadra spagnola. Ma l’AX rimane di un livello superiore e questo si dovrà vedere sul parquet, come ricordato da coach Pianigiani: “E’ una partita da vincere - le sue parole - Dovremo mantenere il ritmo della gara per 40 minuti, per avere subito qualcosa in più”. Sulla formazione iberica: “Come squadra ha tanti punti nelle mani, un attacco da playoff e un gioco gradevole. Possono imporre un ritmo alto e possono farlo anche per tanti minuti di seguito. Dovremo arginare questa situazione con la nostra difesa. E poi in attacco sarà importante non perdere mai il controllo del ritmo”.

Oltre a ritrovare i nazionali Fontecchio e Burns, assenti nell’ultima gara di Kaunas, i tricolori recuperano anche Della Valle, che scenderà in campo con un tutore. Dunque, l’unica (pesante) assenza sarà quella di Nedovic, anche lui comunque sulla via del recupero dall’infortunio. I rivali saranno senza il loro leader Hannah, il playmaker e mente della squadra, ma sono presenti alcuni giocatori interessanti e di talento come Strawberry, Evans ed il giovane lettone Pasecniks, oltre ad una panchina molto utilizzata, con ben 12 giocatori con oltre 10 minuti di media a partita.