L’Olimpia torna a Trento con l’obiettivo tricolore: “Chiudiamola”

I biancorossi concentrati sulla sesta partita, che potrebbe essere decisiva
14.06.2018 15:49 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 1620 volte
La stoppata di Goudelock in G5
La stoppata di Goudelock in G5

One more”, così Andrew Goudelock ha salutato il pubblico del Forum, dopo la clamorosa stoppata decisiva su Sutton, con cui ha dato il 3-2 all’Olimpia Milano. Ai biancorossi manca una vittoria per conquistare il 28° scudetto e la squadra di Pianigiani proverà a conquistarla già domani sera, seppur da giocare sul campo di Trento, dove sono arrivate le uniche due sconfitte esterne dei playoff milanesi. “Gara 5 era una partita da vincere obbligatoriamente per noi – le parole di Vlado Micov, uno dei leader – Arrivavamo da due sconfitte consecutive e serviva rispondere subito”.

E’ stata una partita bella, anche a tratti tesa, ma giocata sui binari biancorossi, cioè ad alto punteggio. Quello che, invece, non è accaduto nelle due partite alla BLM Group Arena, dove l’EA7 ha segnato meno di 70 punti di media: “Dobbiamo lottare di più in trasferta – prosegue il serbo, parlando delle chiavi della partita - In Gara 3 abbiamo lasciato troppi rimbalzi, in Gara 4 abbiamo controllato meglio i rimbalzi, ma abbiamo lasciato troppi facili punti in contropiede. Questi saranno due temi da controllare, anche se loro saranno più aggressivi e con maggiore energia”.

Con l’obiettivo di provare a chiudere i conti e mettere le mani sul titolo, senza dover rischiare la sfida da dentro o fuori di domenica prossima: “Abbiamo la possibilità di vincere già domani e dobbiamo fare tutto per riuscirci, anche se ci siamo comunque guadagnati la possibilità di eventualmente tornare al Forum. Tutti siamo stanchi, ma dobbiamo trovare le energie per ottenere l’ultima vittoria e conquistare lo scudetto”. I biancorossi raggiungono oggi Trento, per poi effettuare domattina il classico shootaround, mentre la palla a due è alle solite 20.45.