Milano, terzo quarto ancora fatale: il Khimki sbanca il Forum

L’Olimpia crolla nella parte centrale del 3° periodo senza mai invertire del tutto la rotta: i russi conquistano una vittoria fondamentale in chiave playoff.
20.02.2020 22:35 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Milano, terzo quarto ancora fatale: il Khimki sbanca il Forum

Poteva essere la partita del rilancio, è stata la partita di un’altra occasione mancata. Il Khimki sbanca il Forum di Assago al termine di una prestazione tutt’altro che brillante, ma sufficiente per avere la meglio di un’Olimpia Milano troppo rigida e prevedibile per essere di successo. Nel 78-69 finale ci sono ben tre giocatori in doppia cifra (Rodriguez 18, Micov 15, Tarczewski 12), dato che probabilmente la dice lunga sulla ridotta distribuzione dell’apporto offensivo tra i biancorossi.

Scelte di rotazione obbligate per Messina, che lancia Cinciarini in quintetto come in Coppa Italia: l’avvio è equilibrato, con l’Olimpia che costruisce del buon basket ma il Khimki resta agganciato con le triple di un ispirato Jerebko. Sono gli ospiti a chiudere avanti i primi 10’, con Milano che ha poche alternative alla vena realizzativa di Micov. Al 10’ è +5 ospite, con le triple di Bertans e Timma che valgono un allungo a +9. Messina non ferma la partita e ha ragione, perché arriva la reazione Olimpia, sotto forma di un break di 16-6 chiuso da una tripla di Rodriguez che riporta avanti Milano. Al 20’ è il Khimki a chiudere avanti grazie alla tripla allo scadere di Kramer per il 39-38.

Tarczewski e Scola riportano avanti Milano, ma all’Olimpia si spegne la luce: il Khimki piazza un parziale di 15-0 nei 5’ successivi per volare a +12 davanti a un Forum ammutolito. Gudaitis ferma l’emorragia, Della Valle prova a scuotere i biancorossi con un paio di iniziative, ma a fine terzo quarto è +8 per gli ospiti. In apertura di quarto periodo i padroni di casa si issano anche a -4, ma è un fuoco di paglia: un altro parziale ospite di 10-2 vale l’allungo sul nuovo +12 a 5’ dalla fine. È il parziale decisivo, perché Milano non riesce a invertire la rotta riuscendo ad arrivare soltanto a -5 nell’ultimo minuto.