Milano verso il Cska col dubbio Gudaitis: "Coraggio e sacrificio"

I biancorossi affronteranno domani sera la capolista dell'Eurolega
10.01.2018 11:04 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 1879 volte
Milano verso il Cska col dubbio Gudaitis: "Coraggio e sacrificio"

Ieri l’Olimpia Milano ha compiuto 82 anni, da quel 9 gennaio 1936 in cui nacque la società più vincente in Italia, e domani proverà a festeggiare la ricorrenza, cercando un’impresa contro il Cska Mosca. Una partita quasi impossibile sulla carta, un testacoda con un’Armani ancora lontana dal livello di alta (ma anche media) classifica europea, in cui i biancorossi dovranno andare oltre i propri limiti anche solo per restare in partita. All’andata ci riuscirono e restarono davanti per oltre un tempo: “Riuscimmo ad essere efficaci offensivamente, ma ora loro sono più solidi”.

Lo dimostra il primo posto in classifica ed un rendimento sempre costante ai massimi livelli: “Sono la miglior squadra di Eurolega – prosegue Simone Pianigianicome talento complessivo e varietà di opzioni. Per loro ogni partita è una gara da playoff, è nel loro DNA”. E lo sarà probabilmente ancora di più in questa occasione, visto che arrivano stranamente da due sconfitte consecutive (Barcellona e Kuban): “E’ un fatto molto raro per loro, non succede quasi mai, il che significa che saranno più cattivi, determinati del solito e desiderosi di mandare un messaggio”.

I biancorossi hanno il dubbio Gudaitis (“Speriamo di recuperarlo”), che sta superando il forte attacco influenzale della passata settimana, mentre per il resto non dovrebbero esserci sorprese negative, escluso il lungodegente Young. Ci sarà il solito turnover, con tre esclusi (se recupererà il lituano) per arrivare ai 12 da mandare a referto: “Dovremo ottenere risorse da tutti, come abbiamo fatto nelle ultime gare di campionato – chiude il tecnico - Sacrificio e coraggio per restare incollati a loro fino alla fine e regalare al nostro pubblico una partita di sostanza”.