Notte da 12000 col Barça, torna Brooks. Rodriguez: "40' di energia"

Contro gli imbattuti blaugrana torna anche l'azzurro, tutti a disposizione di Messina. Le parole alla vigilia del coach e del Chacho.
31.10.2019 14:35 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Notte da 12000 col Barça, torna Brooks. Rodriguez: "40' di energia"

L’Olimpia inaugura un filotto di quattro gare interne consecutive tra EuroLeague e campionato, ma la prima è di difficoltà massima contro il Barcellona che dopo un’estate di rinnovamento ha confezionato uno squadrone con l’obiettivo di tornare sul trono europeo. L’ultima vittoria risale al 2010 e il club blaugrana ha giocato le sue ultime Final Four nel 2014 a Milano, perdendo la semifinale con il Real Madrid. E’ una sfida di grande fascino perché se la posizione del Barcellona – capolista solitaria, cinque successi su cinque – non sorprende, l’Olimpia – che solo ora sta uscendo dal tunnel degli infortuni – è stata protagonista di un avvio da quattro vittorie consecutive. Si gioca – per esigenze televisive – alle 20 al Mediolanum Forum.

L’OLIMPIA – Rientrata mercoledì a Milano, la squadra è tornata in palestra alla vigilia della grande sfida al Barcellona. A Berlino, per la prima volta quest’anno in EuroLeague, lo staff aveva a disposizione più dei 12 giocatori iscrivibili a referto. Shelvin Mack, rientrato a Roma domenica scorsa, è disponibile. Jeff Brooks, assente nelle ultime due di EuroLeague e di campionato, è disponibile. A Berlino, è rientrato anche Nemanja Nedovic (12 punti tutti nel secondo tempo). Dopo il 4/22 di Monaco, nelle ultime quattro gare l’Olimpia ha fatto 42 su 86 da tre. In assoluto adesso è prima nel tiro dall’arco, ma prima anche nella difesa sul tiro da tre, davanti proprio al Barcellona, che è anche primo nei rimbalzi e primo difensivamente nei punti concessi, 70.6 a partita.

COACH ETTORE MESSINA – “Giochiamo contro un’avversaria fenomenale, una delle candidate, se non la candidata per eccellenza, alla vittoria finale. Il Barcellona è ricco di giocatori esperti e ha nella stella Nikola Mirotic il giocatore di riferimento. Sono una squadra profonda, atletica e capace di correre. Dobbiamo controllare i rimbalzi e limitare le palle perse per impedire al Barcellona di sfruttare il suo gioco in transizione. Per noi è anche un’occasione per misurarci con il livello più alto senza pensare né al buon inizio di stagione né a quello che verrà dopo”.

SERGIO RODRIGUEZ –  “Mi aspetto un Mediolanum Forum pieno di energia, com’è stato per tutta la stagione e da quell’energia dobbiamo trarre la forza per essere intensi e concentrati per 40 minuti, sapendo che loro hanno talento, hanno stazza e da parte nostra dovremo essere anche noi il più fisici possibile”.

L’AVVERSARIO – Il Barcellona in estate ha firmato due giocatori del primo quintetto All-EuroLeague della passata stagione, Cory Higgins – che ha vinto il titolo con il CSKA – e il centro Brandon Davies, arrivato dallo Zalgiris. Higgins attualmente ha il 57.1% nel tiro da tre; Davies è il miglior stoppatore della lega. A questi due, vanno aggiunti due rientranti dalla NBA ovvero l’ala Alex Abrines e Nikola Mirotic, l’acquisto più eclatante della off-season, 319 partite NBA con 12.3 punti di media. Mirotic sta segnando 19.4 punti per gara con il 61% da due. A causa dell’infortunio di Thomas Heurtel, playmaker da 5.6 assist di media in carriera, è arrivato anche Malcolm Delaney, che aveva guidato la Lokomotiv Kuban alle Final Four nel 2016 prima di andare nella NBA e in Cina, ma non ha giocato contro Valencia per infortunio nell’ultimo. Inoltre, il Barcellona ha confermato tutti i suoi big: l’ala Adam Hanga (difensore dell’anno nel 2017), il tiratore Kyle Kuric, il playmaker Kevin Pangos, l’ala Victor Claver e il centro Ante Tomic, primo giocatore della storia a segnare almeno 1000 canestri da due punti in EuroLeague, oltre che quarto rimbalzista di sempre. Il coach è ancora Svetislav Pesic che portò il Barcellona al titolo continentale nel 2003.

I PRECEDENTI VS. FC BARCELLONA – Nei 18 precedenti, il Barcellona comanda 10-8, 7-5 nell’era EuroLeague. Nel 2014 l’Olimpia si impose con un clamoroso 91-63 ispirato dai 24 punti di Alessandro Gentile, record carriera in EuroLeague per lui, e inflisse al Barcellona la peggiore sconfitta europea dal 2007 interrompendo una striscia di 24 vittorie consecutive nelle Top 16. Due anni fa l’Olimpia vinse ambedue le partite, la prima in casa 78-74 con 19 punti di Jordan Theodore e la seconda in trasferta 83-81 con canestro decisivo di Dairis Bertans. Andrew Goudelock segnò 20 punti, Arturas Gudaitis 16 con 7/7 dal campo. La passata stagione invece il Barcellona si prese la rivincita vincendo entrambe le gare, 90-80 al Palau Blaugrana e 90-85 a Milano (20 punti di Vlado Micov).

LA BARCELLONA CONNECTION – Nella storia dei due club giocatori importanti come Aleksandar Djordjevic, Gregor Fucka, Dejan Bodiroga, Gianluca Basile, Samardo Samuels e Rakim Sanders hanno giocato per ambedue le formazioni. Vlado Micov ha giocato con Pau Ribas a Vitoria; quest’ultimo è stato anche compagno di squadra di Nemanja Nedovic a Valencia e infine Nedovic è stato allenato da Svetislav Pesic alla Stella Rossa. Brandon Davies e Kevin Pangos hanno giocato con Aaron White allo Zalgiris, il primo per due stagioni, Cory Higgins ha vinto l’EuroLeague con Sergio Rodriguez al CSKA Mosca, insieme hanno giocato per due stagioni. Infine, Nikola Mirotic e Ante Tomic hanno giocato con Sergio Rodriguez al Real Madrid. Nella stagione 2010/11 tutti e tre sono stati allenati da Ettore Messina.

CHACHO OLTRE I 2.500 – Sergio Rodriguez ha superato i 2.500 punti in carriera in 239 gare giocate in EuroLeague per una media di 10.5 punti per partita. Attualmente è 12° di sempre nella classifica capeggiata da Juan Carlos Navarro. Si trova a 18 punti dall’11° posto di Jaka Lakovic.

VLADO VERSO I 600 RIMBALZI – Vlado Micov è a 53 punti di distanza dai 2.000 in carriera. E’ anche a cinque rimbalzi dai 600.

I 400 ASSIST DI MICOV – Vladimir Micov ha superato quota 400 assist in carriera con i sette distribuiti nella partita con il Fenerbahce. Adesso sono 407. Micov ha anche una serie aperta di 14 tiri liberi a segno consecutivamente.

LA SCALATA DI VLADO – Micov è 22° di sempre per triple a segno con 273, a meno due dalle 275 di Louis Bullock, che è 20° con 275 assieme ad Alexey Shved. Drew Nicholas ne ha 276 e Igor Rakocevic ne ha 277.

IL TOTEM TARCZEWSKI – Kaleb Tarczewski con 7.8 rimbalzi di media attualmente è terzo assoluto nella graduatoria stagionale capeggiata da Nikola Milutinov.

LA TELEVISIONE – La partita Olimpia-Barcellona sarà disponibile su Eurosport Player.