Olimpia, le conferme per il presente e le ipotesi per il futuro biancorosso

Le parole del presidente Proli hanno chiarito alcuni punti in casa Armani
10.04.2019 11:48 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessia Doniselli
Olimpia, le conferme per il presente e le ipotesi per il futuro biancorosso

L’eliminazione dall’Eurolega, il momento difficile e le voci di un cambiamento ai vertici societari hanno creato un po’ rumori sull’Olimpia Milano, sia per il presente che per il futuro. Le parole del presidente Livio Proli hanno fatto un po’ di chiarezza su alcuni dei punti di discussione: il numero uno biancorosso, con quel “risorse, roster, staff tecnico e capo coach, tutto godrà di grandissima stabilità”, ha fatto capire che la posizione di Simone Pianigiani non è in discussione, dopo la mancata conquista dei playoff europei. Il tecnico si giocherà la conferma nella corsa scudetto.

In caso di vittoria del tricolore, sarà ancora lui alla guida della squadra biancorossa per l’anno prossimo, quando scadrà il contratto triennale. A meno di elementi a sorpresa, sempre possibili quando si parla di mercato. Anche per quanto riguarda il roster, il n° 1 dell’AX Armani Exchange è stato chiaro: “Non ci saranno rivoluzioni, due giocatori al massimo”. Uno sarà il ‘vice James’ al posto di un Jerrells bacchettato dallo stesso Proli, l’altro potrebbe essere un 3-4 per dare supporto a Micov, con pericolosità da fuori ed un’attitudine difensiva maggiore dei giocatori presenti. In questo ambito, ci sono da ricordare l'innesto di Nunnally anche per la prossima stagione e la probabile permanenza di Gudaitis.

Qualche operazione di contorno potrebbe comunque arrivare, soprattutto se saranno confermate le 18 squadre in Serie A, per allungare un po’ il roster, considerando le otto gare sicuramente in più da disputare tra campionato ed Eurolega. Il tema caldo dell’estate sarà la successione dello stesso Proli, se (come appare possibile) dovesse lasciare l'Armani: tante le voci al momento, da un ritorno di Gianluca Pascucci, i cui rapporti con l’attuale presidente sono da sempre di grande stima reciproca, passando per il sogno Maurizio Gherardini o un altro ex come Claudio Coldebella. Al momento si tratta di ipotesi, con la volontà del club di non distrarre la squadra dall’obiettivo scudetto. Assolutamente da non fallire.