Olimpia, ricorso per il caso Nunnally. Ma la testa è all’Eurolega

Gli sviluppi della clamorosa sconfitta a tavolino e l'avvicinamento alla gara col Darussafaka
06.02.2019 11:31 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 2861 volte
Olimpia, ricorso per il caso Nunnally. Ma la testa è all’Eurolega

Si può chiamare “svista”, “pasticcio” o “brutta figura”: ovviamente il caso Nunnally e la sconfitta a tavolino di Pistoia hanno creato scalpore ed anche un danno d’immagine per l’Olimpia Milano, visto che in classifica i problemi sono più per le concorrenti della OriOra nella lotta retrocessione che per il primato dei tricolori. La società non ha rilasciato commenti o comunicati al riguardo, ma ci sarà il ricorso per ritornare al verdetto del campo, che verrà esaminato venerdì 8 febbraio alle ore 14.00 dalla Corte Sportiva d'Appello. La mancata notifica al giocatore, ai tempi già in Turchia al Fenerbahce, sarà il tema per ribaltare la sentenza negativa.

Vedremo gli sviluppi di questa vicenda, nel frattempo in casa milanese la squadra è al lavoro, verso la gara di venerdì sera in Eurolega contro il Darussafaka Istanbul. Un’altra sfida ad un’ultima in classifica (questa volta senza rischi di sconfitte a tavolino), in cui conquistare i due punti sarà obbligatorio per continuare a restare nel gruppone della volata playoff, approfittando anche di alcuni scontri diretti in calendario, come Baskonia-Bayern, per guadagnare punti sulle dirette concorrenti ed andare alla pausa per la Coppa Italia in una posizione più confortevole di classifica.

Sarà la partita del probabile ritorno in campo di Nemanja Nedovic, che non vede l’ora di rivedere il parquet, come si può notare dal countdown su Twitter verso il rientro, iniziato una settimana fa ed ora prossimo ad arrivare a quota zero. Un perno importante per avere quella spinta in più nella volata finale, da affrontare ovviamente senza Gudaitis e puntando un po’ di più sul gioco esterno. Anche se venerdì si potrebbe rivedere per qualche minuto anche Kaleb Tarczewski (dipenderà da questi giorni di avvicinamento al match), anche lui ormai ristabilito dall’operazione a pollice destro. Non mancano, però, i problemi per Pianigiani: Burns (caviglia), Brooks (dolore al ginocchio) e Cinciarini (febbre) sono in dubbio e la loro presenza da verificare in questi giorni di vigilia della sfida con la squadra turca.