Olimpia, tutto pronto per l'esordio: “Aggrediamo il campionato”

I biancorossi hanno chiuso la preparazione, domani alle 17.30 la prima contro Brindisi
06.10.2018 13:31 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 1143 volte
Olimpia, tutto pronto per l'esordio: “Aggrediamo il campionato”

Il classico allenamento di rifinitura del sabato ha chiuso la preparazione dell’Olimpia Milano, verso il nuovo campionato, ed è tutto pronto in casa AX Armani Exchange per il debutto contro l’Happy Casa Brindisi, previsto per domani pomeriggio al Forum alle 17.30. Per la prima volta dalla stagione 2012/13, la prima sarà in casa ed i precedenti sono ben auguranti: i biancorossi hanno sempre vinto nei debutti interni dalla stagione 1987/88 e proveranno a proseguire questa striscia anche contro i pugliesi, una squadra completamente rinnovata, ma capace di stupire tutti in precampionato.

La formazione di Vitucci, infatti, ha vinto le dieci partite disputate e, dunque, si presenterà a questa partita con il morale alle stelle: “E’ una squadra che ha qualità, viene senza sconfitte in precampionato e con entusiasmo - la presentazione di coach Simone Pianigiani, alla vigilia del match - Noi abbiamo l’obbligo di aggredirlo questo campionato, soprattutto giocando in casa, perché poi tutto il girone d’andata abbiamo trasferte molto complesse, ad iniziare a quella di settimana prossima a Bologna”. E per la quale si sta già alzando l’attesa, con le dichiarazioni provenienti da casa Virtus. 

Tornando all’esordio, i tricolori dovranno fare a meno di Jerrells e terranno probabilmente fuori uno dei due centri per turnover, anche pensando ad un’avversaria con il solo Wojciechowski come numero 5 di ruolo ed al debutto europeo di venerdì a Podgorica. Prima della partita, ci sarà un’ultima celebrazione del 28° scudetto: “Vogliamo tenere subito al fattore campo, perché è il ritorno davanti al nostro pubblico, dopo aver vinto lo scudetto a Trento - ha chiuso il tecnico - E quindi è un modo per ritrovarsi e ripartire, facendolo nel migliore dei modi, nonostante il cartello ‘lavori in corso’”.