Serie A: Milano cerca uno squillo, arriva la Venezia dell’ex Cerella

Big match al Forum di Assago, si sfidano le due favorite di inizio stagione
 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 729 volte
Serie A: Milano cerca uno squillo, arriva la Venezia dell’ex Cerella

Il primo posto è irraggiungibile, vista la vittoria di Avellino a Trento, ma per l’Olimpia Milano la sfida contro l’Umana Venezia (ore 20.45, diretta Rai Sport e Radio Polis) resta un match importantissimo. La squadra di Pianigiani deve cancellare la figuraccia europea di giovedì scorso e lanciare un proprio squillo per il campionato, provando a vincere e convincere contro i campioni d’Italia, dopo aver sempre faticato sinora contro le altre rivali dirette. Per quanto riguarda la Coppa Italia, i biancorossi saranno secondi con un successo, terzi o quarti in caso di sconfitta (in base al risultato di Brescia).

La posizione di classifica determinerà l’avversaria nei quarti a Firenze, pur non spostando così tanto visto che tutte potranno essere pericolose, ma conterà appunto molto di più la prestazione. In particolare, gli occhi saranno per Andrew Goudelock e per verificare la reazione dell’americano, dopo le pessime ultime prove e le voci seguenti, mentre verrà deciso solo all’ultimo l’eventuale impiego di Jordan Theodore, per il problema al ginocchio. Ma il pubblico del Forum si attende finalmente una prestazione continua e di alto livello, per ritrovare un po’ di fiducia ed entusiasmo. 

I lagunari hanno avuto un rendimento sinora un po’ altalenante, con periodi ottimi ed altri di difficoltà, ma arrivano a Milano con una striscia di tre vittorie in fila, seppur non sempre così convincenti. Tornerà Bramos, pedina chiave per De Raffaele, mentre è in forte dubbio Peric ed è ancora out Jenkins. Sarà il primo ritorno da avversario di Bruno Cerella, idolo del Forum delle precedenti stagioni milanesi, ma anche Marquez Haynes sarà un ex della partita. Le due squadre si sono già affrontate a settembre in finale di Supercoppa, con il successo biancorosso 82-77, con 29 punti di Theodore.