Uno sguardo all’Olimpia che verrà/6. Dai nuovi alle conferme: lo staff

Un’analisi, ruolo per ruolo, della nuova Olimpia Milano. Sesta puntata con il nuovo staff tecnico, tra arrivi e conferme.
10.08.2019 13:48 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Uno sguardo all’Olimpia che verrà/6. Dai nuovi alle conferme: lo staff

Se nei giorni scorsi abbiamo visto l’aspetto relativo al campo, con il roster -ruolo per ruolo- analizzato tramite arrivi e conferme, non meno importante è la novità relativa al coaching staff, rivoluzionato rispetto alla scorsa stagione pur con due novità su quattro componenti tra coach e assistenti.

Oltre all’arrivo di Ettore Messina, infatti, la nuova Olimpia Milano conterà su un nuovo assistente allenatore, fortemente voluto dall’ex Spurs: Tom Bialaszewski è un classe 1982, ma può già vantare un’esperienza importante e in continua escalation al di là dell’oceano. Il nativo di New York, infatti, dopo aver iniziato la sua carriera da allenatore come video-intern dei Cleveland Cavaliers nel 2005-06, è poi salito di grado tra Sacramento Kings, Reno Bighorns (in G-League) e New Orleans Pelicans, fino all’approdo -dal 2012 al 2016- ai Los Angeles Lakers, dove ha lavorato con una leggenda biancorossa come Mike D’Antoni. Prima dell’arrivo a Milano, Bialaszewski è stato direttore tecnico della NBA Academy in Australia, esperienza che gli ha permesso di entrare maggiormente in contatto con numerosi staff tecnici NBA, accrescendo la sua reputazione.

Le due conferme a livello di coaching staff invece riguardano sia un recente passato che un probabile futuro biancorosso. Il primo è sicuramente il caso di Mario Fioretti, pronto a iniziare la sua sedicesima stagione con l’Olimpia Milano (dal 2003-04), con cui è stato sette volte finalista scudetto. Apprezzatissimo per le sue capacità di analisi del video, Fioretti può già vantare un’esperienza importante con Ettore Messina, essendo stato video-coordinator della Nazionale nel biennio azzurro (2016-2017) dell’ex CSKA e Real Madrid. Esperienza azzurra con Messina che può anche rivendicare Marco Esposito, confermato come assistente allenatore biancorosso dopo il ritorno nell’estate 2017 nello staff di Simone Pianigiani. Esposito era già stato video analista e coach del settore giovanile Olimpia fino al 2013-14, quando poi era passato a Brindisi come assistente alla guida di Piero Bucchi e Meo Sacchetti. Le tante esperienze comuni, con Messina o col “mondo” del recente passato dell’allenatore nativo di Catania, permettono già di definire lo staff 2019-20 come un coaching staff scelto in maniera mirata dal nuovo coach biancorosso, senza rivoluzionare troppo i volti e il lavoro delle ultime stagioni (confermati anche Stefano Bizzozero al coordinamento video e i preparatori fisici Danesi e Agnello) ma con una nuova impronta internazionale.

LA PRIMA PARTE: I PLAYMAKER DELLA NUOVA OLIMPIA

LA SECONDA PARTE: LE GUARDIE DELLA NUOVA OLIMPIA

LA TERZA PARTE: LE ALI PICCOLE DELLA NUOVA OLIMPIA

LA QUARTA PARTE: LE ALI GRANDI DELLA NUOVA OLIMPIA

LA QUINTA PARTE: I CENTRI DELLA NUOVA OLIMPIA