Pianigiani: "Adoro i miei giocatori, abbiamo fatto un buon lavoro"

Le parole di coach Pianigiani dopo il match contro il Bastonai Vitoria.
20.12.2017 23:14 di Simone Mazzola Twitter:   articolo letto 1277 volte
Pianigiani: "Adoro i miei giocatori, abbiamo fatto un buon lavoro"

Simone Pianigiani esordisce con un aperto elogio ai suoi: “Adoro i miei giocatori per come stanno lavorando, per come stanno insieme e per quanto sia bello allenarli. Per 33 minuti abbiamo fatto una partita ai limiti della perfezione su quello che avevamo pensato a livello tecnico e nella distribuzione delle energie. Tutti hanno dato un contributo, siamo stati sul piano partita, ci siamo passati la palla e abbiamo avuto alte percentuali derivate dalla buona circolazione e le solo tre perse”.
Poi arriva il momento del parziale che ci si poteva aspettare: “Quando il Baskonia fa un break, considerato che li avevamo tenuti a fin troppi pochi punti per i loro standard, ci viene un panico ingiustificabile, facendo un passo indietro nella lotta e arrivando a tirare liberi nell’ultimo minuto con la paura. Non abbiamo rischiato nella sostanza, nonostante avessimo esagerato con qualche persa di troppo”.

Anche questo serve per la crescita di gruppo: “Questo fa parte della progresso da parte dei ragazzi e voglio che nonostante tutto sia un passaggio di fiducia per loro. E’ una cosa solo di testa perché hanno fatto un grande lavoro. Se tutti danno qualcosa e muoviamo la palla, possiamo essere vicini a ciò che abbiamo prodotto stasera. I parziali nella pallacanestro ci sono anche a livello di Final Four di Eurolega. Se avessimo un po’ più di fiducia saremmo stati in grado di fermarli da +25 a +15 senza rischiare cosi".

Pascolo è stato importante nel finale e potrebbe essere una risorsa cruciale: “Anche gli italiani sanno che serve la mano di tutti. Avevamo bisogno di Dada contro il loro miglior marcatore Shengelia e anche lui dopo le fatiche iniziali dettate dall’infortunio sta capendo come muoversi, come farsi trovare e la sintonia con i compagni per far si che lo peschino”.
Ora ci sono altre due gare cruciali per mandare un segnale: “In queste ultime tre partite (quella appena giocata e le prossime) dobbiamo dare un segnale di poter giocare come stasera fino alla fine e se dovessimo riuscire a portarne a casa ancora una potremmo essere nel gruppo delle tante inseguitrici”.

Sorride anche Curtis Jerrells, uomo importante nel successo odierno: “E’ bello vincere, ne avevamo proprio bisogno - dice l’americano - E’ stata una buona partita ed un buono sforzo difensivo. Nel finale li abbiamo fatti rientrare un po’ troppo, ma alla fine abbiamo ottenuto la vittoria ed è la cosa più importante”. Un successo molto importante per provare a tornare in corsa, con il n° 55 che punta sul rientro dei compagni: “Ora abbiamo recuperato la maggior parte degli infortunati, stiamo bene e stiamo dimostrando quale squadra saremo, quando avremo il roster al completo”.

LEGGI ANCHE LA CRONACA E LE PAGELLE DI MILANO-BASKONIA