Pianigiani: “Al punto più basso di energie, non abbiamo mai mollato”

Il commento del tecnico biancorosso, dopo la sconfitta sul campo di Brindisi
20.01.2019 19:26 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessia Doniselli
Pianigiani: “Al punto più basso di energie, non abbiamo mai mollato”

Sapevamo sarebbe stata una partita molto complessa. Alle difficoltà legate alla qualità di Brindisi, che ci aveva già fatto sudare alla prima di campionato, noi siamo al punto più basso come energie”, così Simone Pianigiani commenta la sconfitta sul campo di Brindisi, il secondo stop in campionato per i tricolori. “Io non posso dire niente però ai ragazzi - ha proseguito il tecnico  - anche oggi non hanno mollato, nonostante molti l’avrebbero fatto sul -10 nel quarto periodo. Ci abbiamo provato rimettendola anche in discussione, fino a quel tiro da 3 punti di James, contatto o non contatto”.

La gara è stata però sempre comandata dalla squadra pugliese: “Dovevamo scoprire, durante la partita, i quintetti performanti ed abbiamo avuto dei momenti in cui abbiamo perso il filo, merito di Brindisi che ci ha sempre punito in quelle occasioni”. Il coach biancorosso applaude comunque la squadra, per averci provato fino alla fine: “L’atteggiamento l’ho visto anche oggi. Se penso alle nostre condizioni, mi prendo quello come punto positivo. Sapendo che in campionato si deciderà comunque tutto ai playoff, sperando di avere i giocatori più sani di oggi”. 

Si parla anche delle assenze: “E’ il minimo sindacale di giocatori abili a giocare, con Bertans fuori, quando volevamo dare un turno di riposo ad uno dei lunghi. Ed anche lo stop all’ultimo di Cinciarini, che qui sarebbe servito”. E’ il secondo ko in Serie A: “In campionato siamo andati onestamente oltre le aspettative, con un bilancio di 16-2 contando anche la Supercoppa, molte volte giocando anche dopo il doppio turno di Eurolega o il venerdì. Ora gennaio e febbraio saranno difficili, dovremo resistere e potremmo avere anche un filotto negativo. Ma ovviamente speriamo di no”. 

LEGGI ANCHE LA CRONACA E LE PAGELLE DI BRINDISI-MILANO