Pianigiani: “Barcellona è migliore di noi. Non dobbiamo frustrarci”

Le parole del post-partita dal Forum.
09.01.2019 23:23 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Pianigiani: “Barcellona è migliore di noi. Non dobbiamo frustrarci”

Oggi il Barcellona è migliore di noi. Per vincere dovevamo fare qualcosa d’extra, che non abbiamo fatto” esordisce così in sala stampa Simone Pianigiani, dopo la sconfitta di Milano contro Barcellona: “Abbiamo giocato una buona partita, attenendoci al piano, creando tiri aperti. Ma per vincere dovevamo fare di più: sono quei tiri aperti che sono mancati”.

Il coach dell’Olimpia continua nell’analisi del match, soffermandosi su un tema richiesto come i soli 3’38” sul parquet di Dairis Bertans: “Ha giocato solo 3’ perché loro giocavano con due portatori di palla negandone uno o uccidendotelo di pressione” afferma Pianigiani “Costringono tutti a giocare con due portatori di palla, sono una squadra molto forte e molto solida, con cui facciamo fatica ad accoppiarci e non a caso nel girone d’andata sono stati quelli che ci hanno battuto più nettamente”.

Finisse oggi la stagione saremmo dentro i playoff” continua il coach biancorosso: “Dobbiamo inserire Omic e oggi ci manca qualcosa in quella posizione del campo. La mia preoccupazione non è per questa partita, è perché così sarà difficilissimo con Bayern e Baskonia: non vorrei si generasse frustrazione perché i giocatori stanno giocando una grande stagione, molti sono alla migliore annata in carriera. In casa ci viene angoscia in certi momenti e dobbiamo stare sul pezzo”.

C’è delusione nelle parole di Vlado Micov: “È una brutta sconfitta per noi. Nel primo tempo abbiamo sbagliato troppi tiri aperti, mentre nel secondo tempo gli abbiamo lasciato troppi canestri facili in contropiede, come quando eravamo tornato a -3”. Sulla difesa ed i 90 punti subiti per l’ennesima volta: “Siamo la peggior difesa dell’Eurolega. Non c’è molto da dire, purtroppo”. Il serbo guarda ai prossimi appuntamenti, in cui l’AX dovrà restare in corsa per i playoff: “Fino a metà febbraio abbiamo un calendario pieno di scontri diretti e dobbiamo trovare il modo di vincere, come la partita di venerdì a Monaco, contro una squadra con il nostro stesso record che ci ha battuto al Forum”.

LEGGI ANCHE LA CRONACA E LE PAGELLE DI MILANO-BARCELLONA