Trento vuole ripartire: “Una grande stagione, non c’è delusione”

L’Aquila saluta i tifosi e si prepara per l’anno prossimo. Longhi: “Stagione ottima, deluso per le accuse”. Shields ai saluti, ora c'è la Summer League.
17.06.2018 21:41 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Trento vuole ripartire: “Una grande stagione, non c’è delusione”

Sono passate meno di 48 ore dalla sconfitta decisiva di Gara 6, ma in casa Trento non vi è il minimo accenno a un tratto di delusione. L’Aquila è giustamente orgogliosa di aver messo in scena una stagione di alto livello, forse superiore a quella dello scorso anno visto che al cammino italiano si è aggiunto quello europeo con l’Eurocup, saltata nella scorsa stagione per il contenzioso tra FIBA e ECA.

Orgoglio che si ravvisa anche nelle parole di Maurizio Buscaglia, intervistato da Il Trentino: “C’è la consapevolezza di aver fatto una grande stagione e di aver disputato dei grandi playoff, sapendo di avere dato il massimo” - afferma l’allenatore d’origine pugliese - “Non esiste la parola delusione, al massimo c’é un po’ di piacere perché siamo uomini di sport e perdere non è mai bello”.

Durante la finale abbiamo colmato il gap partita dopo partita, come era nostro obiettivo” - continua Buscaglia - “In Gara 6 non abbiamo fatto la gara che volevamo, ma abbiamo dato tutto e Milano ha giocato molto bene: non c’é da essere delusi”. Adesso la mente è rivolta alla prossima stagione, e Buscaglia è fiducioso: “Disputare Supercoppa e Eurocup ci farà stare costantemente a un livello alto. Abbiamo giocato una grande stagione, compiendo un ulteriore step anche a livello di maturità”.

Sentimenti condivisi anche dal presidente trentino Luigi Longhi, nel corso di un’intervista rilasciata all’Adige: “Raggiungere due finali scudetto è un risultato che in pochissimi hanno ottenuto e in tanti ci invidiano. I risultati sono conseguenza di un lavoro serio fatto da una realtà radicata in tutta la regione. Questa finale ha un valore mille volte superiore per come ce la siamo andati a prendere: abbiamo battuto squadre davvero toste, in una stagione in cui club come Reggio, Sassari e Bologna sono rimaste fuori dai playoff”. Longhi poi ritorna sulle schermaglie tra Aquila e Olimpia: “Le accuse di Milano? Ci sono rimasto male: contro di noi sono stati usati termini sbagliati e inutili. C’è del rammarico, perché noi non abbiamo mai risposto”.

Nella serata di oggi l’Aquila ha voluto ringraziare i suoi tifosi, festeggiando con loro la stagione passata: un’occasione per salutare i giocatori prima del classico ‘rompete le righe’. Ai saluti sicuramente ci sarà anche Shevon Shields, che lascerà l’Aquila dopo una stagione in crescendo e delle Finali da MVP. L’ex giocatore di Francoforte uscirà dal contratto pagando un buyout da 10mila dollari e, secondo quanto riportato dal guru di mercato David Pick, si unirà alla squadra di Summer League dei New Orleans Pelicans  prima di cercare una squadra da Eurolega, con il Bayern Monaco che dovrebbe essere il primo indiziato.