Tutto facile per i padroni di casa: Venezia sul 2-0, Avellino pareggia

Gara 2 del primo turno di Playoff sorride ancora a chi detiene il fattore campo.
15.05.2018 22:32 di Paolo Terrasi Twitter:   articolo letto 252 volte
Tutto facile per i padroni di casa: Venezia sul 2-0, Avellino pareggia

Umana Reyer Venezia - Vanoli Cremona 108-76

Tutto facile per i campioni d'Italia, che a parte una leggera sofferenza nel secondo quarto, dominano dal primo minuto la Vanoli, portandosi sul 2-0 ed ipotecando la serie.  Per la Reyer, altra grande partita di Peric (19) ma grandissimo sforzo collettivo dell'Umana con ben altri 5 giocatori in doppia cifra, più Biligha e De Nicolao a 9 ed 8 punti. Cremona gioca una buona partita al tiro, con il 40% da dietro l'arco (ed il 47% dal campo), tra cui il 4/7 di Johnson Odom (che chiuderà con 22 punti), ma le troppe palle perse (14 a 4), i troppi falli (Venezia va in lunetta ben 31 volte) e la scarsa circolazione di palla (28 assist per gli orogranata, 10 per gli ospiti) condannano Cremona a cercare una rimonta successa soltanto due volte nella storia dei playoff. 

Sidigas Avellino - Dolomiti Energia Trento 80-59

Nella cornice di un PalaDelMauro vuoto, in seguito alla squalifica, Avellino pareggia la serie, al termine di una Gara 2 presa in mano a metà primo quarto e da lì dominata. Gli Irpini soffrono nel secondo quarto, con Trento che grazie a diverse bombe si riporta a contatto, ma la squadra di coach Sacripanti riprende il volo. Trento non riesce a trovare il canestro, si innervosice fino all'espulsione di Gomes, ed arriva a concludere con un rotondo -21 alla fine della gara. Per gli ospiti, eloquente il 33% globale al tiro, che vanifica la fisicità mostrata dall'Aquila sotto canestro. Per Avellino mattatore il solito Fesenko, autore di una doppia doppia da 22 punti e 10 rimbalzi.