Germani Brescia, preview: la Leonessa va a caccia dei playoff

Tante conferme per coach Diana, ora serve un salto in avanti
23.09.2017 14:45 di Davide Fumagalli Twitter:   articolo letto 111 volte
Germani Brescia, preview: la Leonessa va a caccia dei playoff

Si annuncia una stagione importante per la Germani Brescia, attesa ad una conferma dopo le ottime cose mostrate l'anno scorso quando era una matricola nella massima serie. La Leonessa ha confermato gran parte del nucleo, a partire da coach Andrea Diana, e ora il pubblico si aspetta un salto di livello, magari quella qualificazione ai playoff che nel 2016-17 è sfuggita proprio nella parte finale della regular season.

In estate Brescia ha perso Jared Berggren, Michael Michalak e un lottatore come Christian Burns, passato a Cantù, ma è riuscita a trattenere tutti i big, in primis Marcus Landry, MVP del passato campionato. La 31enne ala di Milwaukee aveva avuto tante richieste, sembrava lui pure ad un passo da Cantù, ma alla fine è rimasto e ha firmato un rinnovo per altre due stagioni: è un qualcusa di unico che il miglior giocatore della stagione non cambi maglia, roba che non accadeva da una decina d'anni. Landry sarà ancora la prima punta in attacco dopo un campionato da quasi 20 punti di media col 50% nel tiro da due, 40.1 % nel tiro da tre e 80.6% ai tiri liberi.

Con Landry è stato confermato anche Lee Moore, guardia che al primo anno in Italia ha viaggiato a 13 punti di media e che ha ancora grossi margini di miglioramento in vista di decollare verso una big tra 12 mesi. Non si sono mossi da Brescia i due reduci dalla promozione in serie A, ovvero il capitano David Moss, e l'italo-albanese Franko Bushati, che sarà importante con la sua energia uscendo dalla panchina. L'ossatura italiana sarà inevitabilmente affidata ai fratelli Vitali: Luca ha rinnovato per altre due stagioni e sarà il faro in campo, il regista che muove i compagni e smazza assist a ripetizione, Michele ha firmato per un anno con opzione su quello successivo e proseguirà la sua crescita dopo un campionato a quasi 10 punti di media.

La colonia italiana è stata ampliata anche attraverso il mercato. Bel colpo l'arrivo di Brian Sacchetti che, dopo una lunga militanza in Sardegna con Sassari, a 31 anni ha deciso di intraprendere una nuova avventura: il figlio di Meo ha firmato un biennale e sarà molto prezioso fornendo quantità e qualità. Da Udine arriva invece Andrea Traini, 25enne playmaker marchigiano che ritrova la serie A dopo 3 anni e sarà chiamato a dare tanta energia nei minuti che coach Diana gli concederà. Sempre dal mercato sono arrivati due nuovi lunghi: Dario Hunt e Abdel Fall. Hunt, 28 anni, arriva da Nancy ma conosce la serie A per aver giocato a Caserta e Capo d'Orlando: è un giocatore esplosivo, con grande atletismo, un ottimo rimbalzista e un elemento che può colpire sul pick and roll. Fall, senegalese ma cresciuto in Italia, 26 anni, farà da cambio a Hunt e darà energia e dinamismo: per lui sarà il secondo campionato in A dopo la prima parte con Torino l'anno scorso.

Con un roster sulla carta così vario e completo, la Germani Brescia deve puntare dritta al traguardo dei playoff: le aspettative si sono alzate, confermarsi non è mai semplice ma il lavoro di coach Andrea Diana e di tutta la società è di alto livello e porterà altre soddisfazioni alla Leonessa.