The Flexx Pistoia, preview: subito la salvezza, poi si vedrà

La squadra di Enzo Esposito proverà a tornare ai playoff
25.09.2017 21:00 di Davide Fumagalli Twitter:   articolo letto 120 volte
The Flexx Pistoia, preview: subito la salvezza, poi si vedrà

Quinta stagione in serie A per Pistoia, ancora targata The Flexx, che negli anni si è confermata con una delle realtà virtuose del nostro basket. Ha lanciato allenatori, prima Paolo Moretti, ora Enzo Esposito, e giocatori, da Brad Wanamaker ad Ariel Filloy passando per Deron Washington e Alex Kirk, e ha sempre dato spettacolo in giro per l'Italia, soprattutto fra le mura amiche del PalaCarrara, un impianto dove anche diverse big sono spesso cadute.

Pistoia ha giocato i playoff in tre delle ultime quattro stagioni e certamente ci proverà anche nel 2017-18 anche se coach Enzo Esposito è stato chiaro sugli obiettivi: "Il nostro obiettivo fondamentale rimane quello di assicurarci prima possibile il mantenimento della categoria, anche alla luce dei roster allestiti quest'anno da almeno sei squadre: ovviamente, poi, a tutti piacerebbe provare a fare un altro miracolo e entrare di nuovo nelle migliori otto del campionato".

La squadra è cambiata molto, con l'addio del veterano Michele Antonutti, la rinuncia a Olek Czy, la separazione da Eric Lombardi e le partenze dei vari Boothe, Petteway, Crosariol, Okereafor e Jenkins, accasatosi a Venezia. Le uniche conferme sono Ronald Moore, alla terza stagione in Toscana e uno dei leader della The Flexx, Daniele Magro, il pivot arrivato la scorsa estate da Milano, e Fabio Mian, la guardia approdata al PalaCarrara a inizio 2017 da Cremona. Per il resto solo facce nuove per coach Enzo Esposito che sta lavorando sodo, come ogni estate, per trovare la giusta amalgama in vista del via del campionato.

Da Cremona è arrivata l'ala Raphael Gaspardo e da Capo d'Orlando il veloce playmaker Tommaso LaQuintana per rinforzare la pattugla italiana, oltre a Cesare Barbon, 19enne esterno dalla serie B di San Vendemiano. Sotto canestro il grande acquisto è Marcus Kennedy, 26enne ala-pivot di 206 centimetri uscito da SMU University e alla prima esperienza in Europa dopo una stagione ai Rio Grande Valley Vipers in D-League. Gli darà man forte un altro prodotto della pallacanestro made in USA come Jaylen Bond, atletica ala forte, lui pure reduce da un'annata in NBDL coi Westchester Knicks.

Il grande colpo è stato fatto nel backcourt dove Pistoia ha ingaggiato Tyrus McGee, combo guard che dopo una grande stagione alla Vanoli Cremona è stato tra i protagonisti della cavalcata fino allo Scudetto della Reyer Venezia. Il 26enne esterno si completerà bene con Moore e saranno le due bocche da fuoco della The Flexx. L'ultimo innesto, ma non meno importante, è quello di Duda Sanadze, tiratore georgiano reduce da un buon Europeo e che si alternerà nel ruolo di 2-3 con Mian: 25 anni, Sanadze vanta anche un'esperienza al college in NCAA a San Diego e potrebbe diventare uno dei migliori specialisti della serie A.

La stagione di Pistoia è partita leggermente in ritardo tra infortuni, scelte di mercato e altri svariati problemi, ma è scontato che quando l'annata entrerà nel vivo la squadra di Enzo Esposito sarà lì a lottare per un posto al sole.